Blog

Il Comune di Acquapendente dichiara l’emergenza climatica

Dopo la lettera inviata al Sindaco da Francesco Barberini, la delibera presa dal Consiglio dei Giovani il 10 settembre e la discussione avvenuta nella Commissione Ambiente, nella seduta del 18 ottobre 2019 il Consiglio Comunale di Acquapendente ha deliberato, con consenso unanime, la Dichiarazione di emergenza climatica ed ambientale.

La Dichiarazione non è un atto puramente formale ma contiene una serie di impegni che si dovranno concretizzare nell’attività amministrativa.

Questo il testo della Dichiarazione:

PREMESSO CHE
– Il 15 marzo e il 24 maggio 2019 si è tenuto lo Sciopero Globale per il Futuro, giornata di mobilitazione mondiale contro i cambiamenti climatici, promossa dal movimento Fridays For Future, che ha visto la mobilitazione di milioni di persone nel mondo.
– I Governi non hanno fatto e non stanno facendo abbastanza per contrastare i cambiamenti climatici in corso, mentre questi dovrebbero essere la priorità dell’agenda politica delle istituzioni che governano questo Paese.
– Per riconvertire ecologicamente la nostra economia occorre la partecipazione di tutti.
– Ognuno di noi deve accettare di modificare alcune abitudini per non doverle poi modificare tutte, perché i cambiamenti climatici, se non debitamente affrontati, porteranno ad un mondo poco ospitale per l’uomo.
– Dobbiamo attenerci al concetto di Giustizia Climatica, partendo dal paradosso che i Paesi più colpiti da catastrofi ambientali siano quelli in via di sviluppo, mentre le energie fossili sono state consumate principalmente dalle nazioni industrializzate e che queste ultime ora devono contribuire ad aiutare i Paesi più poveri.

CONSIDERATO CHE
– L’Accordo di Parigi del 2015 sul clima, sottoscritto da 192 Nazioni tra cui l’Italia, impegna gli Enti Territoriali a porre in essere tutte le misure per contrastare il surriscaldamento del Pianeta ed in particolare a:
1) intensificare i loro sforzi e sostenere le iniziative volte a ridurre le emissioni;
2) costruire resilienza e ridurre la vulnerabilità agli effetti negativi dei cambiamenti climatici.
– Senza azioni immediate, concrete e risolutive, le emissioni di CO2 e degli altri gas climalteranti provocheranno un aumento della temperatura globale superiore ai 3 gradi centigradi entro il 2100, con effetti devastanti sull’ecosistema terrestre e sulla specie umana.

VISTO
– L’ultimo rapporto dell’IPCC (intergovernment Panel of Climate Change) secondo cui l’umanità ha tempo solo fino al 2030 per limitare l’incremento – pur sempre dannoso – di temperatura a 1,5 gradi, ed evitare danni irreversibili al pianeta.

DATO ATTO CHE
– Il Comune di Acquapendente già lavora con efficacia in questa direzione attraverso:
1) La raccolta differenziata dei rifiuti urbani che ha raggiunto il 72% nell’anno 2018
2) L’avvio del progetto per l’installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici
3) L’avvio sperimentale del divieto dell’uso di plastica usa e getta nelle manifestazioni pubbliche
4) La predisposizione e realizzazione di progetti di efficientamento energetico degli edifici comunali
5) La predisposizione e realizzazione del progetto di riqualificazione e ottimizzazione della pubblica illuminazione dell’intero territorio comunale

ALTRESÌ RICONOSCIUTO CHE
– Per limitare l’aumento della temperatura a 1,5 gradi è necessaria (come ci chiedono gli scienziati) una riduzione delle emissioni molto maggiore a quella oggi prevista (meno 45% di emissioni di CO2 al 2030 e zero emissioni al 2050).

IMPEGNA IL SINDACO
– A dichiarare lo Stato di Emergenza Climatica e Ambientale

E IMPEGNA LA GIUNTA
– A predisporre entro 6 mesi iniziative che vadano nella direzione delle considerazioni fatte sopra, in particolare per:
1) Adesione al Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia
2) Redazione del PAESC (Piano d’azione energia e clima) per lo sviluppo di fonti energetiche rinnovabili e per la riduzione di emissioni di CO2
3) Ulteriore miglioramento della raccolta differenziata (obiettivo di breve-medio periodo 80%)
4) Incentivazione all’uso di auto elettriche (parcheggi gratuiti e riservati nel centro storico, circolazione nelle zone ZTL, ecc.)
5) Eliminazione totale della plastica usa e getta nell’ambito delle manifestazioni pubbliche
6) Piantare un albero per ogni bambino che nasce
7) Piano per incentivare il risparmio energetico nei settori della pianificazione urbana, nella mobilità, negli edifici, nel riscaldamento e raffreddamento
8) Graduale sostituzione dei mezzi scuolabus con veicoli elettrici o a metano

IL SINDACO, LA GIUNTA E IL CONSIGLIO SI IMPEGNANO POI
– A intensificare il coinvolgimento attivo di cittadini e associazioni nel processo di individuazione delle criticità ambientali e nella loro risoluzione
– A farsi parte attiva presso il Governo e la Regione perché prendano provvedimenti analoghi.

Condividi:

Un importante traguardo: ottenuto l’accreditamento per la R.S.A. San Giuseppe

Una bella notizia per la popolazione di Acquapendente e del territorio circostante.

Il 1 ottobre il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha firmato il decreto di accreditamento istituzionale della RSA San Giuseppe.

Il riconoscimento della Residenza Sanitaria Assistita (RSA) assicura alla struttura le risorse necessarie per operare in riferimento ai reali bisogni, offrendo un servizio anche di tipo sanitario.

Con questo atto si raggiunge un’obiettivo che viene perseguito da anni dal Comune e dall’IPAB e che pone le basi per il rilancio e la riqualificazione di una struttura a cui la popolazione tiene molto e che ha sempre garantito un servizio sociale essenziale per il territorio.

È una buona notizia anche per l’economia locale, perché il salvataggio e la trasformazione della struttura è importante per l’occupazione di un buon numero di addetti e per la loro qualificazione professionale, in un quadro che garantisce maggiori certezze ai lavoratori e all’impresa che gestisce il servizio.

Ringraziamo il Presidente Zingaretti per la serietà che ha dimostrato, mantenendo gli impegni presi personalmente.
Un ringraziamento anche alle le strutture organizzative della Regione per la fattiva collaborazione, che ha permesso il raggiungimento di questo importante traguardo, a partire dal Capo di Gabinetto dott. Albino Ruberti e dal Direttore generale della ASL, dott.ssa Daniela Donetti, oltre a tutte le persone che a vario titolo hanno contribuito a questa realizzazione.

Saranno tutti invitati alla cerimonia pubblica e ufficiale di inaugurazione della RSA San Giuseppe che abbiamo in programma di realizzare ad Acquapendente prossimamente.

Angelo Ghinassi
Sindaco di Acquapendente

Condividi:

Il 20 settembre riapre il Cinema Olympia, “plastic free” e con una ricca programmazione

Non sappiamo se il Cinema di Acquapendente sia in Italia la prima sala cinematografica “plastic free”, ma di sicuro ce ne sono poche.

Non saranno più in vendita bevande con confezioni in plastica

Rimarranno per ora alcune “merendine” con involucri in materiale sintetico, in attesa di trovare nuove soluzioni, ma ci sarà fin da subito un abbattimento dei rifiuti in plastica superiore all’80%.

L’acqua, che prima veniva venduta in bottiglie di plastica al prezzo di un’euro, sarà distribuita gratuitamente con bicchieri di carta da appositi erogatori forniti di filtri per le sostanze inquinanti.
Altre bevande saranno vendute con confezioni in alluminio, materiale più facilmente riciclabile e più affidabile perché non rilascia sostanze nei liquidi.

La cooperativa L’Ape Regina, che gestisce il cinema, ha fatto questa scelta, penalizzante da un punto di vista economico ma coerente rispetto al tema della sostenibilità ambientale della sua attività. 

“Ci auguriamo che sia di esempio anche per altri esercenti ed è comunque un’azione di educazione ambientale dei nostri utenti e più in generale per la cittadinanza” – afferma Emiliano Barberini, responsabile della gestione della struttura – “con il tempo ci prefiggiamo l’obiettivo di raggiungere il 100% plastic free”.

Novità importanti anche per ciò che riguarda la programmazione cinematografica, che, dopo la pausa estiva, riprenderà venerdì 20 settembre e che sarà più variegata, venendo incontro a determinati tipi di pubblico.

Il mercoledì saranno proiettati documentari e corti di qualità, mentre il giovedì saranno proposti i grandi classici, i film “cult” della storia del cinema, ad un prezzo di ingresso di soli 3 euro.

Dal venerdì al lunedì la programmazione normale, più di tipo commerciale, con una priezione riservata ai cartoni animati la domenica pomeriggio, a beneficio dei più piccoli e delle loro famiglie.

Martedì giornata di riposo.

L’intenzione è quella di fare del Cinema Olympia un luogo di cultura che si rivolge a tutti.
Per una piccola cittadina come Acquapendente e per il territorio vicino è una bella scommessa.
Ci auguriamo che sia premiata dal pubblico.

Condividi:

Grandi risultati della Roller Fly al campionato nazionale

Si è concluso, per gli atleti dell’ A.S.D. Roller Fly, il campionato nazionale assoluto Acsi 14° memorial “Roberta Gentilini” presso il Play Hall di Riccione che li ha visti impegnati tra il 30 agosto e il 4 settembre

Anche quest’anno il riscontro ottenuto è stato molto positivo. 

Ancora una volta i ragazzi tengono in alto i colori viola arancio dimostrandosi tecnicamente preparati e determinati. 

La squadra torna a casa con un totale di 4 medaglie d’oro, una medaglia di bronzo, e altri ottimi piazzamenti a ridosso del podio, meritatissime le prestazioni ottenute dopo una preparazione dura ma soddisfacente. 

Si ringrazia il tecnico Beatrice Duri, che permette ogni anno questi continui successi, e che fa emergere la piccola realtà che è Acquapendente tra le tantissime società provenienti da tutta Italia. 

Un ringraziamento anche ai genitori che contribuiscono alla crescita della squadra e dei ragazzi.

Con questo, si conclude la stagione 2018-2019 durante la quale la Roller Fly si è resa protagonista in ogni competizione Acsi alla quale ha partecipato.

La società è però già pronta a ripartire da metà settembre con gli allenamenti nelle sedi di Acquapendente, Bagnoregio, Bolsena e Montefiascone presso i rispettivi palazzetti.
Per qualsiasi informazione contattare il numero  +393386759382 (Beatrice).

Complimenti ancora a tutti i ragazzi della squadra agonistica convocati al campionato italiano : Margherita Abbondanzieri (1° Classificata), Mattia Pasquini (1°Classificato), Angela Ronca (10° Classificata), Maya Ordaz Binerfa (1° Classificata), Siria Perosillo (5° Classificata), Ginevra Muzi (7° Classificata), Chiara Pacifici (3° Classificata), Gemma Sensi (5° Classificata), Syria Lubelli (4° Classificata), Valeria Marziali (1° Classificata).
Un caloroso abbraccio anche agli infortunati, e a Gemma Sbarrini che purtroppo si è fratturata il polso sinistro durante il prova pista non riuscendo a concludere la gara.

Buon rientro e buon lavoro ai nostri giovani talenti.
L’Amministrazione Comunale fa i complimenti ai ragazzi e a tutti coloro che hanno collaborato per conseguire questo successo.


Condividi:

Entro il 10 ottobre domande per il Servizio Civile

Il Comune di Acquapendente, attraverso una convenzione con l’ARCI, dà la possibilità ad alcuni giovani di fare l’esperienza del Servizio Civile.

ACQUAPENDENTE SOLIDARIA è il nostro progetto, che prevede l’impiego di quattro operatori, senza vitto e alloggio, perciò adatto a persone del luogo o del territorio circostante.

Tre di questi operatori saranno impegnati in attività di servizio sociale, uno sarà di aiuto alle attività della Biblioteca comunale.

Il servizio dura un anno e si prevede un’attività con un minimo di 20 e con un massimo di 36 ore settimanali, con 20 giorni di permesso retribuito.
Il servizio si configura come attività di volontariato con una retribuzione mensile di 439,50 euro.

Possono fare domanda i giovani, senza distinzione di sesso, che abbiano compiuto i 18 e non superato i 28 anni di età.

I ragazzi possono fare la domanda entro il 10 ottobre alle ore 14.00 attraverso l’apposita piattaforma online e dovranno avere lo SPID di secondo livello.

Qui le informazioni su come ottenere e utilizzare le credenziali SPID.

A questa pagina l’elenco dei progetti attivati nel Lazio, all’interno del quale bisogna cercare il riquadro  ACQUAPENDENTE SOLIDARIA e da lì cliccare sul bottone “Fai domanda”.

Nello stesso riquadro sono riportati i link per scaricare la Scheda con gli elementi essenziali del progetto e l’indicazione delle sedi di attuazione con i relativi codici.

I candidati dovranno predisporre, come indicato negli allegati alla domanda di partecipazione, il proprio curriculum vitae, evidenziando in esso eventuali pregresse esperienze nel settore.

Scaduto il termine per le domande si avvierà la selezione per scegliere i quattro operatori, i quali dovranno frequentare un breve corso di formazione orientato ad un loro corretto impiego.

Per chiedere informazioni o avere assistenza ci si può rivolgere allo Sportello Europa del Comune di Acquapendente (Corinna – 0763 7309234) o all’ARCI Servizio Civile di Viterbo ( viterbo@ascmail.it – 0761 321860).


Condividi:

Con la Santolina etrusca al “Chimico” di Acquapendente la scuola si fa impresa: entro ottobre le prime confezioni della crema antibiotica

Prosegue il lavoro dell’Istituto Tecnico “Leonardo da Vinci” – indirizzo Chimica materiali e biotecnologie – sulla Santolina etrusca, pianta autoctona e identificativa del territorio aquesiano.

Conclusa la prima fase di ricerca, che ha ricevuto il commento entusiasta della Società Chimica Italiana ottenendo la pubblicazione del lavoro svolto sul suo periodico “La Chimica nella Scuola”, è iniziata ad opera degli studenti la coltivazione delle piantine nell’orto botanico della scuola e la raccolta della pianta che nasce spontaneamente lungo gli argini del Paglia e torrenti affluenti.

l’orto botanico della scuola

Ciò ha consentito l’estrazione di circa 10 mL di olio essenziale a partire da 15 Kg di Santolina etrusca, una quantità all’apparenza irrisoria ma tuttavia dotata di un elevata attività antibatterica paragonabile a quella di antibiotici di uso comune quali Zimox e Augmentin, attività dimostrata per la prima volta in maniera sorprendente nei laboratori del “Chimico”.

Entro ottobre i ragazzi del triennio, coordinati dal Prof. Daniele Bellocchi, contano di confezionare circa 20 vasetti di emulsione all’1%.
Si tratta della prima crema antibiotica a base di Santolina prodotta interamente all’interno dell’ITT Chimico, lungo una filiera gestita dai ragazzi e che va dalla coltivazione, all’estrazione, all’analisi, alla produzione per finire col packaging del preparato farmaceutico.
Il tutto autoprodotto dagli studenti con il supporto dell’Amministrazione comunale e di concerto con Museo del Fiore e Riserva Naturale di Monte Rufeno.

Un chiaro esempio di start-up divenuta realtà nel giro di 4 anni di intenso lavoro.

il laboratorio della scuola

La crema è potenzialmente attiva contro lo stafilococco della cute (Staphylococcus epidermidis), responsabile di malattie cutanee quali follicoliti, foruncoli, impetigine ma anche di patologie più serie quali endocarditi.
“Quel batterio letale che vive sulla nostra pelle” titolava la rivista “Le Scienze” il 29 novembre 2018, riferendosi a un batterio normalmente innocuo, ma che può causare infezioni resistenti agli antibiotici, anche letali, in soggetti sottoposti a interventi di chirurgia ortopedica.

Le prospettive future riguarderanno da una parte il proseguire della ricerca scientifica con la coltivazione in vitro della pianta nei laboratori di microbiologia dell’ITT di Acquapendente, dall’altra lo sviluppo di un rigoroso business plan e certificati studi clinici per confermare l’attività antibatterica ed ottenere l’AIC (autorizzazione immissione in commercio).

Quando la scuola si fa impresa.

Per saperne di più puoi visitare il sito Le essenze della Tuscia.

Condividi:

Martedì 10 settembre 2019 alle ore 21.00 si riunisce il Consiglio dei Giovani

Il 10 settembre 2019 alle ore 21.00 nella Sala Consiliare si riunisce il Consiglio dei Giovani.

Ordine del giorno:

  1. Approvazione destinazione del denaro raccolto durante il “Viaggio nella civiltà contadina e artigiana”.
  2. Sottoscrizione ed eventuali aggiunte/modifiche alla dichiarazione di emergenza climatica.
  3. Varie ed eventuali.

Tutti i cittadini sono invitati a partecipare.

Condividi:

Grande successo della Sagra della Rosticciana 2019 a Trevinano

La Sagra della Rosticciana a Trevinano, si chiude con un grande successo. La manifestazione ormai giunta alla 14° edizione ha richiamato un grande numero di persone provenienti anche dalle regione limitrofe Umbria e Toscana, vista la posizione strategica del borgo di Trevinano, al crocevia di tre regioni.

Quest’anno la Sagra si è arricchita anche di un’appendice culturale: nella splendida location della Piazzetta del Comune si sono svolti infatti tre interessanti incontri-dibattito, alla presenza di un pubblico interessato e curioso. Sono stati presentati due libri, “Mezzadria: resistenza e tramonto di un archetipo contrattuale” del prof. Paolo PASSANITI dell’Università di Siena e “Quando c’erano le lucciole” di Giancarlo TORRICELLI. Nel terzo incontro è stato invece presentato il progetto “ Ecomuseo dell’Alta Tuscia del Paglia” , progetto portato avanti in sinergia dai Comuni di Acquapendente e di Proceno. È stato scelto di presentare questo progetto proprio a TREVINANO in quanto il piccolo Borgo rappresenta il punto di partenza ideale del progetto, dove la riscoperta delle tradizioni e la salvaguardia del paesaggio sono alla base della ricostituzione della nostra Comunità.

Quest’anno la Pro Loco di Trevinano, con un ingente sforzo logistico –organizzativo, ha scelto inoltre di aderire alla campagna Plastic Free, al 100 %. Durante la manifestazione è stato bandito l’uso della plastica usa e getta: sono stati utilizzati bicchieri e piatti biodegradabili, posate d’acciaio , bottiglie di vetro e tovagliette di carta.

“Mi voglio congratulare con il Presidente ed il Consiglio direttivo della Pro Loco di Trevinano – ha sottolineato il Sindaco di Acquapendente Angelo GHINASSI – per questa scelta “Plastic Free 100%” che dimostra una grande sensibilità verso le tematiche ambientali e verso uno sviluppo ed una gestione sostenibile del territorio. Vorrei ringraziare anche tutti i Volontari che hanno collaborato per la riuscita della manifestazione e soprattutto i tanti giovani che si sono impegnati e hanno supportato i meno giovani con le loro energie e i loro sorrisi, animando le vie di Trevinano con la loro spensieratezza e i loro sorrisi. Questa collaborazione tra generazioni rafforza lo spirito di comunità e diventa un elemento necessario a far sì che eventi come questo durino nel tempo.”

Appuntamento al prossimo anno con la 15° edizione della Sagra della Rosticciana.

Condividi: