Sport

Buon successo della prima Monte Rufeno Marathon

Un primo maggio da ricordare per il piccolo borgo di Trevinano preso d’assalto da più di 300 camminatori, provenienti da diverse province del centro Italia.

Ora, con la Maratona del 1° maggio e la Scarpinata di settembre, Trevinano si può vantare di avere due manifestazioni podistiche di alto livello.

La Monte Rufeno Marathon è nata dall’idea dell’ Assessorato Sport e Turismo del Comune di Acquapendente e dell’Associazione Pro Loco di Trevinano ed è stata organizzata in perfetta sintonia ottenendo un successo che, essendo il primo anno, va oltre le più rosee previsioni.

La manifestazione martedì 30 aprile è stata preceduta da una kermesse dedicata alla pratica del Nordic Walking e dal bellissimo intrattenimento musicale serale con i corpi bandistici di Acquapendente-Torre Alfina, Allerona, San Casciano Dei Bagni.

La camminata, se così la vogliamo chiamare, si è svolta su due percorsi escursionistici di notevole bellezza naturalistica e paesaggistica.
Il primo più breve di 16 chilometri, il secondo più impegnativo di 42 chilometri, una vera e propria maratona, adatta a gente più navigata e con una buona preparazione fisica.

Questa prima esperienza ha fatto capire che questo evento ha delle notevoli potenzialità e margini di miglioramento da molti punti di vista e che è una manifestazione destinata a crescere, visto l’alto gradimento dei partecipanti per la bellezza dei luoghi attraversati e per l’ospitalità trovata.

L’ organizzazione è stata impeccabile per l’ impegno assai efficace della Pro Loco di Trevinano e la regia meticolosa dei Guardiaparco della Riserva Naturale Monte Rufeno e dell’Ufficio Sport e Turismo del Comune.

Da mettere in evidenza la fattiva collaborazione del Comune di Allerona che si è reso pienamente disponibile ed ha fatto da tramite con associazioni, cooperative e forze dell’ordine nei 19 chilometri attraversati dai camminatori in territorio umbro.

Per garantire una adeguata e pronta assistenza ai camminatori è stato predisposto un piano di sicurezza al quale hanno preso parte, sotto la Regia dei Guardiaparco della Riserva Naturale, i Carabinieri di Acquapendente e di Allerona, la Polizia Locale di Acquapendente, la Protezione Civile di Allerona e la Misericordia di Celle sul Rigo.

Alla predisposizione dei sette ristori realizzati lungo il tracciato hanno collaborato l’AVIS di Acquapendente, l’Hosteria di Villalba, la Pro Loco di Allerona, la Polizia Venatoria di Acquapendente, il responsabile scout del Casale Marzapalo, la Cooperativa Alice Nuova e la Pro Loco di Trevinano.

Ringraziamo davvero tutti. Ci rivediamo il prossimo anno, sempre più in forma e numerosi.

 

P.S. Le foto pubblicate su questo post sono state realizzate da David Leandri, che ringraziamo.

 

Con la tappa finale della Francigena Ultramarathon si conclude un anno di successi

Con l’ultima tappa della World Francigena Ultramarathon, che si terrà il prossimo 9 dicembre, finisce un anno di successi che ha visto una crescita importante delle manifestazioni podistiche sul nostro territorio.

Alla Ultramarathon del 27 e 28 ottobre avevano partecipato sui vari tratti un migliaio di partecipanti ma le condizioni del tempo erano state proibitive, al punto di dover interrompere a Radicofani la maratona, con la promessa però di recuperare.

Con la tappa del 9 dicembre da Radicofani ad Acquapendente questa promessa viene mantenuta dall’ufficio Sport e Turismo del nostro Comune e dai volontari che con passione contribuiscono all’organizzazione.
A Sergio Pieri e a tutti gli amici va il ringraziamento dell’Amministrazione per l’impegno profuso.

Questi i numeri sulle presenze del 2018 riguardo a trekking, nord walking e camminate:

Torre Alfina – Camminata di Pasquetta: 200

Acquapendente – Roghete Trekking: 100

Acquapendente – European Francigena Marathon: 2.100

Acquapendente – Camminata del Ciaraso: 200

Monte Rufeno – Luna Piena Trekking: 100

Trevinano – Scarpinata a Monte Rufeno: 700

Acquapendente – World Francigena Ultramarathon: 1.000

Acquapendente – Presenze Pellegrini sulla Via Francigena: 15.000


È un movimento (mai parola fu più appropriata) in costante crescita, con dimensioni sempre più interessanti anche in termini economici, con ricadute positive su varie attività e che fa conoscere Acquapendente e la sua importanza sul percorso della Francigena.

Indubbiamente è un tema su cui puntare per la politica turistica degli anni a venire, facendo tesoro di un’esperienza forse unica e comunque molto rara sul territorio nazionale.
Sono iniziative che con il tempo si consolidano e crescono sulla base di una fidelizzazione dei partecipanti, molti dei quali ritornano.
Si stabiliscono così legami di amicizia che vanno oltre le date del singolo evento e questo ha un valore enorme, è una vera e propria risorsa.

Ma basta con le chiacchiere, c’è da lavorare. Non perdiamo la concretezza che ha caratterizzato chi ci lavora da anni.
Facciamo l’ultimo sforzo dell’anno e vi ricordiamo che le iscrizioni per la tappa finale della Francigena Ultramarathon del 9 dicembre (da Radicofani ad Acquapendente) sono ancora aperte (fino al 27 novembre).
Al momento sono circa 300 gli iscritti, e non è male, ma vi aspettiamo ancora più numerosi.

Si può fare l’iscrizione online su questa pagina.