Istruzione

All’Istituto Tecnico Chimico di Acquapendente si producono creme antibiotiche

E’ di questi giorni la notizia dello sviluppo presso i laboratori dell’ITT Chimico “Leonardo da Vinci” di Acquapendente della prima crema antibiotica a base di olio essenziale di Santolina etrusca.

Il nostro indirizzo Chimica articolazione biotecnologie ambientali – ci racconta il responsabile del progetto Prof. Daniele Bellocchi – ha portato a termine una fase di lavoro importante sulla Santolina etrusca, pianta autoctona e identificativa del territorio aquesiano.

L’olio essenziale estratto dalla pianta è dotato di attività antibatterica contro lo stafilococco della cute (S. epidermidis), un batterio responsabile di malattie cutanee quali follicoliti, foruncoli, impetigine ma anche di patologie più serie quali endocarditi.

La cosa sorprendente è che l’attività inibitoria, osservata per la prima volta nei nostri laboratori, è paragonabile a quella di antibiotici di uso comune quali Zimox e Augmentin. In seguito a questa scoperta abbiamo ricevuto il plauso della Società Chimica Italiana ottenendo la pubblicazione del lavoro svolto sul suo periodico “La Chimica nella Scuola”.

La coltivazione a scuola della Santolina

Da qui è iniziata la coltivazione delle piantine nell’orto botanico e la successiva estrazione dell’olio nei laboratori dell’Istituto, attivando di fatto una filiera interna che inizia con la coltivazione della pianta e termina col packaging del preparato farmaceutico.

Il tutto gestito da studenti che si alternano ogni anno sui banconi del “Chimico”, coadiuvati da un team di docenti che li assistono in ogni fase progettuale e creativa.

Un chiaro esempio di start-up divenuta realtà nel giro di quattro anni di intenso lavoro.

Considerate – continua Bellocchi – che a partire da 15 Kg di Santolina si ottengono appena 10 mL di olio essenziale, una resa all’apparenza irrisoria ma tuttavia in grado di garantire una quantità di olio sufficiente al confezionamento di circa 20 vasetti di emulsione all’1%.

Così è nata la “Santo Cream”, la prima crema antibiotica a base di Santolina prodotta interamente dagli studenti dell’ITT Chimico.

L’emulsione è solo un prototipo, al momento stiamo infatti studiando nuove soluzioni per aumentare l’efficacia battericida della formulazione.

Al Chimico di Acquapendente – ci spiega ancora Bellocchi – prediligiamo una metodologia didattica di “ricerca-azione” che si pone l’obiettivo di agganciare immediatamente le conoscenze teoriche a campi di esperienze, come avviene nella pratica galenica della chimica farmaceutica.

Il laboratorio della scuola

L’entusiasmo manifestato dai nostri studenti verso questa metodologia è stato tale che ci ha “costretti” ad implementare un laboratorio dedicato di chimica farmaceutica, arricchendo l’offerta formativa del nostro Istituto e in particolare dell’indirizzo chimico.

L’esperienza galenica viene poi completata con il tirocinio di alternanza scuola-lavoro che i nostri studenti svolgono annualmente nelle farmacie del territorio.

Un immenso ringraziamento va a chi ha reso possibile tutto questo: alla Dirigente dell’Istituto Luciana Billi che, convinta sostenitrice di una didattica “ricerca-azione”, ci ha supportato e incoraggiato sin dal principio; a tutti i docenti e tecnici del dipartimento di chimica che coordinano i ragazzi in ogni fase della filiera e in particolare: Carmela Dursi, Giuseppe Battellocchi, Pier Luigi Filosomi, Elena Guidobaldi, Chiara Monachino. Infine, grazie all’Amministrazione comunale, al Museo del fiore, al laboratorio di analisi chimico-cliniche e microbiologiche dell’ospedale “G. B. Grassi” di Ostia e alla Riserva Naturale di Monte Rufeno per il supporto nella creazione del neonato orto botanico.

La scuola che ricerca, progetta, coltiva e produce. Si può fare meglio?

Un film e un libro per gli studenti nella Giornata della Memoria

In occasione della Giornata della Memoria, lunedì 27 gennaio 2020, il Comune di Acquapendente, l’Istituto Scolastico Omnicomprensivo “Leonardo Da Vinci” e la cooperativa L’Ape Regina, proporranno un’iniziativa dedicata agli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado. 

L’evento si svolgerà la mattina al Cinema Olympia con la proiezione di un film di animazione sulla deportazione e sullo sterminio degli ebrei.

Si è scelto un film di questo tipo per destare l’attenzione anche dei ragazzi più piccoli e perché l’uso di immagini disegnate può essere meno traumatico, ma non meno coinvolgente, per ricordare una delle più grandi tragedie che l’umanità abbia conosciuto.

Sarà per tutti una giornata di riflessione su un passato che non occorre dimenticare, soprattutto oggi, che rimangono pochi superstiti a testimoniare sulle violenze subite e su quel massacro. 

Vuole essere perciò un modo per ricordare veramente quelle vicende, in modo non puramente formale, ma una vera e propria lezione di scuola.

La Shoah non è poi così lontana nel tempo e nessun luogo si è salvato da quel dramma. 

A testimonianza di questo sarà presentato dall’autore e distribuito ai ragazzi il libro “Sotto stretta sorveglianza – tracce degli ebrei internati nell’Alto Viterbese”, scritto da Antonio Quattranni, pubblicista e storico locale, oltreché insegnante, volume pubblicato da Annulli Editore.

Sarà un modo per far capire che questa folle disumanità non è stata poi così lontana e per sentirsi così più vicini, più solidali verso questa atroce sofferenza.

Tramandare questa consapevolezza è necessario perché quel pezzo di storia non si ripeta.

Sarà sempre questo il significato profondo della Giornata della Memoria.

Buona la prima! Una bella esperienza di cinema per la scuola.

Oltre 230 tra alunni e insegnanti presenti nella splendida sala del Cinema Olympia di Acquapendente per assistere agli appuntamenti gratuiti di Cinema per le Scuole “Buona la prima!” terminati venerdì 17 gennaio.

Lo scopo dell’iniziativa è stato quello di far nascere l’amore per questo straordinario strumento educativo che è il cinema, cercando di creare un legame tra il mondo della scuola e la sala cinematografica, in modo da favorire i processi di insegnamento e apprendimento.

Due gli attualissimi film proiettati, di grande successo e accattivanti per i bambini, riguardo l’area tematica CINEMA ED EMOZIONI: “La famosa invasione degli orsi in Sicilia” e “ La Famiglia Addams”.

Ospite d’onore la nota attrice Daniela Giordano che è riuscita a coinvolgere attivamente gli alunni della scuola primaria presenti in un crescente ed entusiasmante dibattito conclusivo.

Daniela Giordano

Ricordiamo che la Giordano, oltre che attrice di teatro, cinema e televisione è anche regista, ideatrice e direttrice di Festa d’Africa – Festival Internazionale delle Culture dell’Africa Contemporanea.
Diplomatasi all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica,ha iniziato una carriera teatrale diretta da grandi registi quali Luca Ronconi, Giancarlo Sepe, Giancarlo Cobelli, Gabriele Lavia.
Ha anche preso parte a molte opere cinematografiche, televisive ed a trasmissioni radiofoniche.
Ha ricevuto numerosi premi, inclusa la Maschera d’Oro come Miglior Attrice nel 1993 .
Ha vinto il premio “Grolla d’Oro” come Miglior Attrice di Fiction nel 2006.
E’ stata insignita della Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana per il Festival Festa d’Africa nel 2009.
Membro della Giuria Internazionale del XVII Festival del Cinema di Damasco, Siria-2009.
Presidente della Giuria Internazionale del XXI Festival Internazionale di Teatro Sperimentale del Cairo, Egitto-2009.
Nel 2016 è stata nominata dal Ministro della Cultura d’Egitto, Membro Permanente dell’High Committeee Of SITFY – International Theatre for Youth.

Presente Gabriella Brenci che, in qualità di Consigliere Delegato alla Pubblica Istruzione e Formazione giovanile del Comune di Acquapendente, ha ringraziato l’attrice per la presenza nella città di Acquapendente sottolineando l’alta valenza formativa del linguaggio cinematografico nelle giovani generazioni , in quanto immediato e altamente comprensibile da bambini e ragazzi di ogni età, perché più confacente ai loro stili cognitivi.

L’Amministrazione Comunale ringrazia il Dirigente Scolastico dell’I.O.L. Da Vinci per la collaborazione, le insegnanti, Anec, Regione Lazio, la Cooperativa L’Ape Regina e il presidente, Emiliano Barberini, per l’impegno mostrato e la dedizione con cui cura, ormai da svariati anni, la gestione del Cinema Olympia, autentico e storico luogo di formazione e di divulgazione della cultura cinematografica nel nostro territorio.

Con la Santolina etrusca al “Chimico” di Acquapendente la scuola si fa impresa: entro ottobre le prime confezioni della crema antibiotica

Prosegue il lavoro dell’Istituto Tecnico “Leonardo da Vinci” – indirizzo Chimica materiali e biotecnologie – sulla Santolina etrusca, pianta autoctona e identificativa del territorio aquesiano.

Conclusa la prima fase di ricerca, che ha ricevuto il commento entusiasta della Società Chimica Italiana ottenendo la pubblicazione del lavoro svolto sul suo periodico “La Chimica nella Scuola”, è iniziata ad opera degli studenti la coltivazione delle piantine nell’orto botanico della scuola e la raccolta della pianta che nasce spontaneamente lungo gli argini del Paglia e torrenti affluenti.

l’orto botanico della scuola

Ciò ha consentito l’estrazione di circa 10 mL di olio essenziale a partire da 15 Kg di Santolina etrusca, una quantità all’apparenza irrisoria ma tuttavia dotata di un elevata attività antibatterica paragonabile a quella di antibiotici di uso comune quali Zimox e Augmentin, attività dimostrata per la prima volta in maniera sorprendente nei laboratori del “Chimico”.

Entro ottobre i ragazzi del triennio, coordinati dal Prof. Daniele Bellocchi, contano di confezionare circa 20 vasetti di emulsione all’1%.
Si tratta della prima crema antibiotica a base di Santolina prodotta interamente all’interno dell’ITT Chimico, lungo una filiera gestita dai ragazzi e che va dalla coltivazione, all’estrazione, all’analisi, alla produzione per finire col packaging del preparato farmaceutico.
Il tutto autoprodotto dagli studenti con il supporto dell’Amministrazione comunale e di concerto con Museo del Fiore e Riserva Naturale di Monte Rufeno.

Un chiaro esempio di start-up divenuta realtà nel giro di 4 anni di intenso lavoro.

il laboratorio della scuola

La crema è potenzialmente attiva contro lo stafilococco della cute (Staphylococcus epidermidis), responsabile di malattie cutanee quali follicoliti, foruncoli, impetigine ma anche di patologie più serie quali endocarditi.
“Quel batterio letale che vive sulla nostra pelle” titolava la rivista “Le Scienze” il 29 novembre 2018, riferendosi a un batterio normalmente innocuo, ma che può causare infezioni resistenti agli antibiotici, anche letali, in soggetti sottoposti a interventi di chirurgia ortopedica.

Le prospettive future riguarderanno da una parte il proseguire della ricerca scientifica con la coltivazione in vitro della pianta nei laboratori di microbiologia dell’ITT di Acquapendente, dall’altra lo sviluppo di un rigoroso business plan e certificati studi clinici per confermare l’attività antibatterica ed ottenere l’AIC (autorizzazione immissione in commercio).

Quando la scuola si fa impresa.

Per saperne di più puoi visitare il sito Le essenze della Tuscia.

A scuola di legalità: appuntamenti formativi sulle tossicodipendenze nelle scuole

Nel mese di aprile si è tenuto un secondo ciclo di interventi formativi sul tema della legalità tra i banchi della scuola secondaria di primo e secondo grado, dopo l’incontro avvenuto nello scorso mese di novembre alla scuola primaria.

Gli incontri, promossi e organizzati dal Comune di Acquapendente in collaborazione con l’Istituto Omnicomprensivo “L. Da Vinci “ e con l’Arma dei Carabinieri, hanno visto il Comandante della Compagnia di Montefiascone, capitano Antonino Zangla, disponibile ad incontrare i giovani per parlare ancora di legalità.

Incontro con il Capitano dei Carabinieri Antonino Zangla

Nell’incontro del 1 aprile 2019 , il dott. Zangla, si è dedicato agli alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado e il giorno 8 aprile tra gli studenti delle classi prime del Liceo Scientifico, delle Scienze Applicate e dell’ITT ( elettrico e chimico), per affrontare il tema del contrasto alle sostanze stupefacenti.
Con un linguaggio chiaro e comprensibile alle giovani generazioni, il Capitano ha sottolineato la pericolosità del fenomeno di diffusione della droga, che porta i ragazzi a delinquere e arricchisce le associazioni criminali.
Ha ricordato le gravi conseguenze per la salute , specialmente delle nuove droghe tagliate con sostanze chimiche.
Ha spostato poi l’attenzione sugli aspetti giuridici legati al fenomeno, ricordando le pene severe previste dal codice e le conseguenze nefaste derivanti dall’abuso di bevande alcoliche.
Durante gli incontri, sono state proiettati filmati e slides, e i ragazzi hanno potuto interagire e soddisfare la loro curiosità in un intenso scambio di opinioni.

Sempre nelle stesse classi sono state illustrate, inoltre, nella giornata del 5 aprile, da parte dell’assistente sociale del Comune di Acquapendente, Manuela Carletti, le conseguenze delle sostanze stupefacenti nella vita relazionale e sociale.
La dott.ssa Carletti con professionalità ha invitato gli studenti ad interagire e condividere problemi, anche di natura esistenziale.
I ragazzi hanno posto quesiti e assunto la consapevolezza che c’è sempre qualcuno pronto e in grado di aiutarli a superare le difficoltà, specialmente quando il peso del segreto diventa insostenibile.

Incontro con Manuela Carletti, assistente sociale del Comune di Acquapendente

La Consigliera Comunale con Delega alla Pubblica Istruzione e Formazione Giovanile, Gabriella Brenci, ha evidenziato che lo scopo di questi incontri nelle scuole non è solo quello di far riflettere i giovani sulle implicazioni legali connesse all’uso delle droghe, ma anche di far comprendere le conseguenze deleterie che esse possono provocare in ciascun individuo.
Ha ribadito che ”La prevenzione risulta essere l’arma vincente su cui l’attuale Amministrazione Comunale sta puntando l’attenzione, con gli studenti di tutte le fasce di età. E’ solo unendo le forze ( famiglia, scuola, enti locali, forze dell’ordine) che è possibile educare e proteggere con amore chi necessita di essere ancora orientato verso scelte positive e responsabili, verso stili di vita sani.”

Gli incontri, inoltre, sono stati anche un’ occasione per avvicinare i ragazzi alle istituzioni, alla figura dell’assistente sociale, all’Arma dei Carabinieri, oltre che per sensibilizzarli ai valori della legalità.

Il Sindaco Angelo Ghinassi , la Consigliera Comunale Gabriella Brenci, la dirigente scolastica dott. ssa Luciana Billi ringraziano, oltre il capitano dott. Antonino Zangla, l’appuntato Casagrande, il brigadiere Petroselli della stazione di Montefiascone, il Comandante della stazione dei Carabinieri di Acquapendente Alessandro Labianca, e la dott.ssa Manuela Carletti per aver contribuito alla riuscita dell’iniziativa.
Ringraziano, inoltre, tutti gli insegnanti per la disponibilità mostrata e per aver aderito al progetto con convinzione.

Gli incontri proseguiranno, a breve, con altri interventi formativi sulla cultura della legalità con le classi prime della scuola secondaria di primo grado e terze della scuola primaria.

 

Mostra sulla “storia del libro” in biblioteca

Sabato 16 marzo 2019 alle ore 10,30 presso la Biblioteca Comunale di Acquapendente ci sarà la presentazione della Mostra documentaria-didattica “La storia del libro dagli scaffali della biblioteca”.

La mostra è strutturata con la presenza di laboratori didattici al suo interno e si rivolge principalmente alle scuole di Acquapendente e dei paesi limitrofi.

Gli orari di apertura al pubblico della mostra sono tutti i giorni dalle ore 10,30 alle 13 e dalle ore 16 alle ore 19,30. Per classi di studenti possono essere richiesti anche altri orari di apertura.

La presenza di laboratori didattici di scrittura all’interno della mostra, induce a programmare le visite scolastiche che richiedono pertanto una prenotazione (Biblioteca Comunale Acquapendente – 0763.734776 – biblioteca.acquapendente@gmail.com).

La mostra, oltre ad essere un’esperienza didattica di notevole interesse, è corredata da una pubblicazione a carattere divulgativo che permette di ampliare e integrare le conoscenze acquisite durante questa esperienza e, attraverso le sue molteplici illustrazioni memorizzare i passaggi più importanti del “prodotto libro” che equivale a conoscere i momenti salienti della civiltà umana.

Una copia della pubblicazione, di 64 pagine, interamente illustrata a colori, verrà donata agli insegnanti che accompagneranno la classe.

La mostra, organizzata con 17 pannelli, tanto materiale didattico e alcuni brevi filmati, verrà presentata illustrando tutte le principali fasi della storia del libro e della scrittura partendo dall’età preistorica fino all’età moderna.

Questi i temi presentati nella mostra:

Pannelli 1-2: Introduzione

Pannello 3: Prime forme di scrittura e materiali scrittori

Pannello 4: Il papiro e la scrittura egizia

Pannello 5: Le tavolette cerate e la scrittura latina

Pannello 6: La pergamena

Pannello 7-8: Il codice e la legatura

Pannello 9: Il cuoio e la pelle

Pannello 10-11: La carta

Pannello 12-13: La stampa

Pannello 14-15: L ‘illustrazione

Pannello 16: L ‘editoria

Pannello 17: 11 libro moderno

Sono previsti inoltre dei laboratori didattici differenziati per il primo e per il secondo ciclo: per il primo ciclo verrà proposta la scrittura su tavolette d’argilla con manipolazione dell’argilla e scrittura con bastoncino e per il secondo ciclo la scrittura su pergamena con realizzazione di lettere miniate con penna d’oca.

Tempo previsto per mostra e laboratorio circa un’ora e mezza.

La mostra rientra in un programma di promozione alla lettura finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

 

calendario bambini

Il calendario dei bambini in vendita domenica 16 dicembre

Come consuetudine la scuola dell’infanzia di Acquapendente realizza un calendario per essere presente in tutte le case anche nel nuovo anno.

Il calendario 2019 raccoglie alcune delle storie più care ai bambini, ascoltate e “giocate” a scuola, e ogni mese offre a tutti un’occasione per riavvicinarsi al mondo dell’immaginario infantile.

Il calendario sarà in vendita presso la scuola dell’infanzia e sarà distribuito dai genitori in Piazza Girolamo Fabrizio domenica 16 dicembre, in occasione dei mercatini natalizi.

Il ricavato della vendita verrà utilizzato, come già negli ultimi anni, per la realizzazione di progetti di educazione musicale a beneficio di tutti i bambini della scuola.
Le insegnanti ringraziano quanti vorranno acquistarlo e i genitori che si renderanno disponibili per la distribuzione.

A scuola di legalità contro il bullismo

Venerdì 30 novembre 2018, alla scuola primaria , si è tenuto il primo incontro inerente il progetto “A scuola di legalità” promosso e organizzato dal Comune di Acquapendente in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri e l’Istituto Omnicomprensivo “L. Da Vinci“.

E’ intervenuto il capitano Antonino Zangla che, con la sua eccellente preparazione e professionalità, ha trattato il tema del bullismo e cyberbullismo con un linguaggio semplice e appropriato, coinvolgendo gli alunni delle classi quinte, i quali hanno partecipato attivamente e con domande interessate.

Il Sindaco Angelo Ghinassi e la Consigliera Comunale con Delega alla Pubblica Istruzione Gabriella Brenci, ringraziano, oltre il capitano dott. Zangla, anche l’appuntato Casagrande, il comandante Labianca per la collaborazione e l’ ampia disponibilità mostrata, il Dirigente Scolastico dott.ssa Billi, che ha reso possibile questo intervento in aula, e le insegnanti Barbano, Cordelli, De Fazio, Grilli , Pesci, Venanzi e Zamperini che hanno creduto in questo progetto.

Il fenomeno del bullismo è in crescita, si sta sempre più diffondendo e interessa bambini e ragazzi di tutte le età – sottolinea il Delegato alla Pubblica Istruzione Gabriella Brenci –. Ai nostri giorni esso ha assunto una nuova connotazione, ancora più subdola, quella del cyberbullismo che danneggia maggiormente e rende il soggetto, che subisce l’atto, ancora più vulnerabile e messo in ridicolo davanti ad una platea vastissima, che è quella del Web.
La fragile psiche del bambino/ragazzo ne viene sconvolta a tal punto che, nei peggiori episodi di cronaca, l’individuo arriva a commettere atti estremi che potrebbero avere conseguenze potenzialmente drammatiche.
Pertanto, siamo estremamente convinti che un’ Amministrazione Comunale, sia in dovere di prevenire questo fenomeno con interventi tempestivi da attuare nelle
scuole, di ogni ordine e grado, tramite azioni educative di cittadinanza attiva e globale, volte a contrastare forme di lesione della dignità della persona che, troppo spesso, purtroppo, rovinano la vita dei ragazzi”.

Il nostro progetto, in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri, proseguirà, a breve, con le classi della scuola secondaria di primo e secondo grado.

Altre foto dell’iniziativa: