News

A cosa è dovuto l’aumento della TARI

L’aumento delle TARI (tassa sui rifiuti) non dipende dalla volontà dell’Amministrazione Comunale.

A differenza dell’IMU o dell’Addizionale Irpef, che sono modulabili sulla base di scelte amministrative (che il nostro Comune non ha modificato), la TARI è determinata solo dai costi di gestione, che devono essere per legge interamente coperti dalle bollette pagate dai cittadini.

Allora a cosa è dovuto l’aumento?
Principalmente a due fatti che hanno aggravato i costi:

  1. Negli ultimi anni c’è stato un contenzioso tra Ecologia Viterbo Srl, che gestisce l’impianto dove vanno conferiti i rifiuti, e la Regione Lazio, in merito alle tariffe da applicare.
    Alla fine il TAR ha dato ragione ad Ecologia Viterbo e di conseguenza la Regione Lazio ha dovuto disporre l’aumento delle tariffe di conferimento dei rifiuti, comunicandolo ai Comuni con determinazione del 05/09/2018.
    C’è stato così un aumento per il conferimento da 130 a 165 euro a tonnellata.
  2. In seguito all’indisponibilità degli impianti gestiti da SienAmbiente i rifiuti organici vengono conferiti a Lodi, presso l’impianto della Ecolgest, con un costo di 76 euro a tonnellata. L’aggravio è determinato dai maggiori costi di trasporto.

Ciò è avvenuto per tutti i Comuni che aderiscono al servizio intercomunale di gestione dei rifiuti della Comunità Montana Alta Tuscia, ma in modo più generalizzato per tutto il territorio provinciale.

Il miglioramento della raccolta differenziata ha diminuito la quantità di rifiuti indifferenziati ma il risparmio è stato vanificato dal consistente aumento del costo di conferimento.
Perciò continuare a differenziare ha ancora un senso, anche in termini economici.
Con tariffe di conferimento così alte per l’indifferenziato non differenziare i rifiuti aggraverebbe ancora di più la tassazione.

Se poi la Comunità Montana riuscisse in tempi brevi a realizzare l’impianto di compostaggio intercomunale che ha in programma, la frazione organica non sarebbe trasferita a centinaia di chilometri e avremmo la possibilità finalmente di vedere scendere gli importi della TARI per tutti i cittadini.


Chiusura temporanea dell’Isola Ecologica per lavori di adeguamento

Dal giorno 17 giugno 2019 l’isola ecologica nei pressi del cimitero resterà chiusa per lavori di ampliamento e di miglioramento dell’ecocentro.
Si stima che la durata dei lavori sarà di circa 60 giorni ma contiamo di finire prima.
Durante questo periodo il conferimento degli sfalci e delle potature potrà comunque essere effettuato presso un apposito carrabile posizionato presso le officine comunali in via M.G. Cutuli.
Per quanto riguarda lo smaltimento degli ingombranti e dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche si confida nella fattiva collaborazione della popolazione, in modo da evitare conferimenti in questo periodo ed attendere la riapertura dell’isola ecologica.
Il disagio dei prossimi due mesi sarà poi ripagato da un ecocentro più grande e meglio organizzato, perfettamente rispondente alle normative, di più facile accessibilità e con un ambiente più controllato e più decoroso.
Ci scusiamo per gli inconvenienti dovuti alla temporanea chiusura ma i lavori sono necessari ed improrogabili e la soluzione adottata sarà definitiva, in modo da non arrecare più in futuro interruzioni al servizio.
Il Sindaco
Angelo Ghinassi

“Francigena con Gusto”, le cose belle e buone da scoprire in un giorno

Vista la grande partecipazione alla European Francigena Marathon, che vede oltre 2000 camminatori accorrere da tutta Italia, si è pensato di proporre un evento di valorizzazione del territorio che si svolgesse il giorno precedente alla manifestazione podistica.

In questa occasione, lungo il tratto urbano della Via Francigena verranno aperte le porte di chiese, dimore storiche e cortili.

La via ospiterà dei banchi d’assaggio in cui i produttori locali potranno “mettere in risalto” i sapori della Tuscia. Specialità tutte locali, che vanno dalle lenticchie di Onano, ai ceci del Solco Dritto di Valentano, al fagiolo del Purgatorio di Gradoli, al farro della Valle del Paglia, ai prodotti norcini aromatizzati al finocchietto selvatico e altre spezie locali. Non mancheranno i prodotti caseari, né il pesce del vicino lago di Bolsena: prodotti che ormai caratterizzano sempre di più il nostro territorio e lo fanno conoscere nel resto d’Italia e nel mondo.

Protagonista dell’evento sarà comunque l’esaltazione del gusto: gusto gastronomico, gusto musicale, gusto artistico. Intrattenimenti musicali andranno in scena nei cortili dei palazzi storici e nelle chiese lungo il tracciato.

Sarà possibile visitare mostre d’arte nel Museo della Città – civico e diocesano, nella Galleria Falzacappa Benci, nella chiesa di Santa Caterina e nella Cripta del Santo Sepolcro.

In Cattedrale potranno essere ammirati i Pugnaloni di recente realizzazione.

Non mancherà l’artigianato locale con la maiolica e la terracotta di Acquapendente.

In sintesi, “Francigena con Gusto” vuole essere una bella cartolina per far conoscere e apprezzare il nostro territorio in tutte le sue sfaccettature, per stimolare nel visitatore la voglia di tornare.

13 milioni di investimento in opere pubbliche per riqualificare il territorio e per sostenere l’economia

Contestualmente al Bilancio di Previsione 2019 è stato definito il Programma Triennale dei lavori pubblici 2019-2021, che delinea il piano delle opere che l’Amministrazione Comunale intende attuare nella seconda parte del proprio mandato.

La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto nuove norme che prevedono la possibilità di contrarre mutui per investimenti nei limiti di capacità di indebitamento dell’ente.

Pertanto nel piano triennale sono stati previsti complessivamente 13,2 milioni di euro di investimenti che costituiscono un forte incentivo allo sviluppo economico.

Il Comune ha individuato due assi principali di intervento: quello delle opere di manutenzione e di riqualificazione del territorio e quello per lo sviluppo dei servizi per il turismo.

Un’attenzione particolare si prevede per l’efficientamento energetico, settore in cui gli investimenti vengono recuperati dai risparmi che le opere determinano.

L’intervento più grosso sarà sul rifacimento degli impianti di pubblica illuminazione del capoluogo e delle frazioni con un investimento di 1.000.000 di euro. In questo caso il risparmio previsto compenserà l’investimento iniziale in un periodo più breve di quello di estinzione del mutuo, con un beneficio economico anche per gli anni seguenti.

Altre opere di efficientamento energetico e di messa in sicurezza riguardano gli impianti sportivi e le scuole, sempre secondo lo stesso criterio.

Altro grosso impegno è previsto per la manutenzione straordinaria delle strade comunali, su alcune delle quali c’è urgenza di intervenire e con l’obiettivo nel medio periodo di abbassare i costi di manutenzione ordinaria.

Si prevede inoltre la messa in sicurezza della Via Frangicena e il consolidamento della rupe di Porta della Ripa, lavori che sono in fase di assegnazione.

Contestualmente, come sta già avvenendo per Via del Crociale a Trevinano, si prevede la bonifica delle aree occupate dalle stallette, più o meno abusive, su tutto il territorio.

Stanno iniziando i lavori di riqualificazione dell’isola ecologica e sono in corso i lavori per l’ampliamento del cimitero del capoluogo.

Una particolare attenzione è stata data agli impianti sportivi: sono in corso i lavori per il rifacimento delle gradinate dello stadio, per la realizzazione di un campo di calcetto/calciotto in erba sintetica nell’area ex-carri, la copertura, sempre in sintetico, del campo di calcio del Campo Boario e la realizzazione di nuovi spogliatoi.

Con l’efficientamento del Palazzetto dello sport e con la parziale copertura delle gradinate dello stadio si concluderà un’opera completa di riqualificazione di tutta la zona sportiva.

Sull’asse urbano della via Francigena si prevede pure la messa in sicurezza dell’immobile dell’ex liceo scientifico, al quale bisognerà trovare una destinazione e la ristrutturazione del Museo Civico.

Altro polo importante è quello del Sasseto e delle zone circostanti a Torre Alfina, con la manutenzione straordinaria dell’area del bosco, il restauro del giardino storico, il parcheggio per auto, pullman e camper, la foresteria e il punto informativo per i turisti.

Un altro parcheggio è previsto per Trevinano nell’ambito della riqualificazione dell’area di via del Crociale. In questa frazione continueranno anche i lavori necessari al consolidamento della rupe.

Altre opere riguarderanno i sentieri ed alcune strutture della Riserva Naturale di Monte Rufeno.

Per brevità non elenchiamo altre opere minori e quelle previste nell’ultima annualità del programma sulle quali non c’è ancora una progettazione definitiva.

Chi volesse avere un’idea più completa e precisa del Piano Triennale dei lavori pubblici può consultare gli atti sul sito istituzionale del Comune.

Ci auguriamo che questo sforzo straordinario possa coinvolgere le imprese e le maestranze locali, portando lavoro, sia direttamente, sia indirettamente e che possa rendere più funzionale e più attrattivo l’intero territorio.

 

Buon successo della prima Monte Rufeno Marathon

Un primo maggio da ricordare per il piccolo borgo di Trevinano preso d’assalto da più di 300 camminatori, provenienti da diverse province del centro Italia.

Ora, con la Maratona del 1° maggio e la Scarpinata di settembre, Trevinano si può vantare di avere due manifestazioni podistiche di alto livello.

La Monte Rufeno Marathon è nata dall’idea dell’ Assessorato Sport e Turismo del Comune di Acquapendente e dell’Associazione Pro Loco di Trevinano ed è stata organizzata in perfetta sintonia ottenendo un successo che, essendo il primo anno, va oltre le più rosee previsioni.

La manifestazione martedì 30 aprile è stata preceduta da una kermesse dedicata alla pratica del Nordic Walking e dal bellissimo intrattenimento musicale serale con i corpi bandistici di Acquapendente-Torre Alfina, Allerona, San Casciano Dei Bagni.

La camminata, se così la vogliamo chiamare, si è svolta su due percorsi escursionistici di notevole bellezza naturalistica e paesaggistica.
Il primo più breve di 16 chilometri, il secondo più impegnativo di 42 chilometri, una vera e propria maratona, adatta a gente più navigata e con una buona preparazione fisica.

Questa prima esperienza ha fatto capire che questo evento ha delle notevoli potenzialità e margini di miglioramento da molti punti di vista e che è una manifestazione destinata a crescere, visto l’alto gradimento dei partecipanti per la bellezza dei luoghi attraversati e per l’ospitalità trovata.

L’ organizzazione è stata impeccabile per l’ impegno assai efficace della Pro Loco di Trevinano e la regia meticolosa dei Guardiaparco della Riserva Naturale Monte Rufeno e dell’Ufficio Sport e Turismo del Comune.

Da mettere in evidenza la fattiva collaborazione del Comune di Allerona che si è reso pienamente disponibile ed ha fatto da tramite con associazioni, cooperative e forze dell’ordine nei 19 chilometri attraversati dai camminatori in territorio umbro.

Per garantire una adeguata e pronta assistenza ai camminatori è stato predisposto un piano di sicurezza al quale hanno preso parte, sotto la Regia dei Guardiaparco della Riserva Naturale, i Carabinieri di Acquapendente e di Allerona, la Polizia Locale di Acquapendente, la Protezione Civile di Allerona e la Misericordia di Celle sul Rigo.

Alla predisposizione dei sette ristori realizzati lungo il tracciato hanno collaborato l’AVIS di Acquapendente, l’Hosteria di Villalba, la Pro Loco di Allerona, la Polizia Venatoria di Acquapendente, il responsabile scout del Casale Marzapalo, la Cooperativa Alice Nuova e la Pro Loco di Trevinano.

Ringraziamo davvero tutti. Ci rivediamo il prossimo anno, sempre più in forma e numerosi.

 

P.S. Le foto pubblicate su questo post sono state realizzate da David Leandri, che ringraziamo.

 

Girolamo Fabrizi a 400 anni dalla morte: le celebrazioni iniziano il 4 maggio con una mostra in Biblioteca

SABATO 4 MAGGIO 2019 alle ore 10,30  presso la Biblioteca  Comunale sarà presentata la mostra dal titolo “ACQUAPENDENTE PER L’ACQUAPENDENTE. Girolamo Fabrizi a 400 anni dalla morte (1619-2019)” organizzata dal Comune di Acquapendente – Biblioteca Comunale in collaborazione con alcuni studenti dell’Istituto Omnicomprensivo “Leonardo da Vinci” di Acquapendente  e resterà aperta fino al 2 GIUGNO.

La mostra, dedicata a Girolamo Fabrizi di Acquapendente (1535 c. – 1619) illustre medico e chirurgo, professore per oltre 40 anni alla prestigiosa Università di Padova, presenta una serie di pannelli esplicativi sulla sua vita e sull’attività di ricercatore e scienziato corredati da volumi originali contenenti studi di medicina e chirurgia.

È stato realizzato inoltre un sito web con approfondimenti dei vari argomenti visionabile dalla mostra tramite qrcode e al quale hanno partecipato attivamente i ragazzi.

Ad arricchire la  mostra saranno esposti inoltre una serie di lavori realizzati da numerosi artisti per rendere omaggio a questo famoso personaggio.

Sabato 25 maggio infine le manifestazioni per il centenario si arricchiranno con una conferenza sulla figura del Fabrizi e la presentazione del restauro del monumento posto nella piazza principale di Acquapendente.

Visita la mostra ACQUAPENDENTE PER L’ACQUAPENDENTE online

Informazioni
Biblioteca Comunale di Acquapendente
0763-734776
biblioteca.acquapendente@gmail.com

Dal 2 maggio 2019 le pratiche del SUAP solo per via telematica

Si comunica che a partire dal 2 maggio 2019, per effetto della convenzione stipulata tra Comune di Acquapendente e la Camera di Commercio, Industria ed Artigianato di Viterbo, per la gestione telematica delle pratiche dello Sportello Unico per le Attività Produttive (S.U.A.P.), sarà operativo lo sportello SUAP Camerale del Comune di Acquapendente.

Tale sportello sarà accessibile esclusivamente attraverso il portale www.impresainungiorno.gov.it e l’ufficio S.U.A.P. del Comune di Acquapendente non potrà più accettare pratiche provenienti in modalità diversa.

L’imprenditore avrà così la possibilità:

– di compilare in maniera interattiva ed assistita la pratica S.U.A.P., riducendo sensibilmente la possibilità di commettere errori di compilazione;

– di inviare una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.) contestualmente alla pratica Comunica destinata al Registro delle Imprese, così come previsto dalla normativa vigente (D.P.R. 160/2010), assolvendo così, in un’unica operazione, a tutti gli adempimenti pubblicitari previsti dall’ordinamento per la costituzione e l’avvio d’impresa (tali segnalazioni e le documentazioni allegate alle stesse alimenteranno il Fascicolo d’Impresa);

– di richiedere autorizzazioni commerciali, pagare i relativi diritti e presentare la documentazione di supporto obbligatoria direttamente online tramite la piattaforma www.impresainungiorno.gov.it.

Si invitano tutti coloro che dovranno presentare pratiche allo S.U.A.P. del Comune di Acquapendente ad utilizzare solo ed esclusivamente tale canale telematico.

Tutte le S.C.I.A. (Segnalazioni Certificate di Inizio Attività) e le istanze che verranno inviate per mezzo di qualsiasi modalità diversa da quella suddetta verranno respinte, conformemente a quanto indicato nella risoluzione n. 212434 del 24.12.2013 del Ministero dello Sviluppo Economico. Si informa che in caso di presentazione diretta di pratiche tramite posta elettronica certificata, la ricevuta generata automaticamente dal gestore della casella non produce alcun effetto amministrativo ai fini dello svolgimento dell’attività di impresa.

 

 

A scuola di legalità: appuntamenti formativi sulle tossicodipendenze nelle scuole

Nel mese di aprile si è tenuto un secondo ciclo di interventi formativi sul tema della legalità tra i banchi della scuola secondaria di primo e secondo grado, dopo l’incontro avvenuto nello scorso mese di novembre alla scuola primaria.

Gli incontri, promossi e organizzati dal Comune di Acquapendente in collaborazione con l’Istituto Omnicomprensivo “L. Da Vinci “ e con l’Arma dei Carabinieri, hanno visto il Comandante della Compagnia di Montefiascone, capitano Antonino Zangla, disponibile ad incontrare i giovani per parlare ancora di legalità.

Incontro con il Capitano dei Carabinieri Antonino Zangla

Nell’incontro del 1 aprile 2019 , il dott. Zangla, si è dedicato agli alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado e il giorno 8 aprile tra gli studenti delle classi prime del Liceo Scientifico, delle Scienze Applicate e dell’ITT ( elettrico e chimico), per affrontare il tema del contrasto alle sostanze stupefacenti.
Con un linguaggio chiaro e comprensibile alle giovani generazioni, il Capitano ha sottolineato la pericolosità del fenomeno di diffusione della droga, che porta i ragazzi a delinquere e arricchisce le associazioni criminali.
Ha ricordato le gravi conseguenze per la salute , specialmente delle nuove droghe tagliate con sostanze chimiche.
Ha spostato poi l’attenzione sugli aspetti giuridici legati al fenomeno, ricordando le pene severe previste dal codice e le conseguenze nefaste derivanti dall’abuso di bevande alcoliche.
Durante gli incontri, sono state proiettati filmati e slides, e i ragazzi hanno potuto interagire e soddisfare la loro curiosità in un intenso scambio di opinioni.

Sempre nelle stesse classi sono state illustrate, inoltre, nella giornata del 5 aprile, da parte dell’assistente sociale del Comune di Acquapendente, Manuela Carletti, le conseguenze delle sostanze stupefacenti nella vita relazionale e sociale.
La dott.ssa Carletti con professionalità ha invitato gli studenti ad interagire e condividere problemi, anche di natura esistenziale.
I ragazzi hanno posto quesiti e assunto la consapevolezza che c’è sempre qualcuno pronto e in grado di aiutarli a superare le difficoltà, specialmente quando il peso del segreto diventa insostenibile.

Incontro con Manuela Carletti, assistente sociale del Comune di Acquapendente

La Consigliera Comunale con Delega alla Pubblica Istruzione e Formazione Giovanile, Gabriella Brenci, ha evidenziato che lo scopo di questi incontri nelle scuole non è solo quello di far riflettere i giovani sulle implicazioni legali connesse all’uso delle droghe, ma anche di far comprendere le conseguenze deleterie che esse possono provocare in ciascun individuo.
Ha ribadito che ”La prevenzione risulta essere l’arma vincente su cui l’attuale Amministrazione Comunale sta puntando l’attenzione, con gli studenti di tutte le fasce di età. E’ solo unendo le forze ( famiglia, scuola, enti locali, forze dell’ordine) che è possibile educare e proteggere con amore chi necessita di essere ancora orientato verso scelte positive e responsabili, verso stili di vita sani.”

Gli incontri, inoltre, sono stati anche un’ occasione per avvicinare i ragazzi alle istituzioni, alla figura dell’assistente sociale, all’Arma dei Carabinieri, oltre che per sensibilizzarli ai valori della legalità.

Il Sindaco Angelo Ghinassi , la Consigliera Comunale Gabriella Brenci, la dirigente scolastica dott. ssa Luciana Billi ringraziano, oltre il capitano dott. Antonino Zangla, l’appuntato Casagrande, il brigadiere Petroselli della stazione di Montefiascone, il Comandante della stazione dei Carabinieri di Acquapendente Alessandro Labianca, e la dott.ssa Manuela Carletti per aver contribuito alla riuscita dell’iniziativa.
Ringraziano, inoltre, tutti gli insegnanti per la disponibilità mostrata e per aver aderito al progetto con convinzione.

Gli incontri proseguiranno, a breve, con altri interventi formativi sulla cultura della legalità con le classi prime della scuola secondaria di primo grado e terze della scuola primaria.