News

Due milioni e mezzo di euro assegnati al Comune di Acquapendente per la messa in sicurezza del territorio

Con decreto del Ministero dell’interno, in data 23 febbraio 2021, sono stati determinati i Comuni a cui spetta il contributo, previsto dalla legge n.145/2018, da destinare ad investimenti relativi ad opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio.

Il Comune di Acquapendente ha ottenuto un finanziamento complessivo sui vari progetti presentati di 2.500.000 euro, che è il massimo consentito per i Comuni con popolazione tra 5.001 e 25.000 abitanti.

È un risultato straordinario che tiene conto dei parametri finanziari di buona amministrazione dell’ente e di una programmazione dei lavori pubblici che si basa su tutti gli strumenti di pianificazione previsti dalle leggi vigenti.

Il Comune di Acquapendente, in virtù della sua organizzazione amministrativa, dà tutte le garanzie su una corretta ed efficace gestione dei finanziamenti assegnati.

Saranno utilizzati per le seguenti opere:

  1. Consolidamento della ripa che va da sotto l’edificio della Scuola Media fino a Porta San Leonardo.
  2. Consolidamento del costone sotto l’edificio della RSA San Giuseppe.
  3. Consolidamento della rupe di Castelnuovo.
  4. Interventi di consolidamento sulla strada della Falconiera.
  5. Consolidamento scarpata sotto Via della Vittoria.

I lavori avranno come beneficio primario quello di mettere in sicurezza alcuni luoghi che presentano problemi di dissesto idrogeologico, prevenendo così fenomeni franosi che arrecherebbero pericoli e gravi danni.

C’è però un beneficio secondario non meno importante, soprattutto in questo periodo, che è quello economico. Due milioni e mezzo di euro sono un investimento importante sul territorio. I cantieri creano lavoro, diretto ed indotto, ed oggi più che mai ne abbiamo bisogno.

Angelo Ghinassi
Sindaco di Acquapendente

Il testo del Decreto

L’Allegato 1

Il Comune di Acquapendente rende più facile il Bonus 110%

In considerazione del ruolo trainante dell’edilizia per l’economia locale, il Bonus del 110% proposto dal Governo rappresenta un’opportunità di ripresa che va colta pienamente.

Per questo, con Delibera di Giunta n. 10 del 30/01/2021, il Comune di Acquapendente ha deciso di aprire un ufficio dedicato, che agevolerà i cittadini, i tecnici e le imprese nell’espletamento di tutte le pratiche.
Sarà fatta un’assunzione a tempo determinato di un tecnico, che lavorerà a stretto contatto con gli uffici competenti, promuovendo e facilitando tutti gli adempimenti.

Oltre all’obiettivo economico di sostegno al tessuto produttivo, sarà anche un’occasione di riqualificazione del patrimonio edilizio, in termini ecologici ed antisismici.

Gli interventi ammissibili agli aiuti sono quelli riportati nell’infografica sottostante:

Una importante novità, introdotta dal “Decreto Rilancio”, è la possibilità generalizzata di optare, in luogo della fruizione diretta della detrazione, per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai fornitori dei beni o servizi (c.d. sconto in fattura) o, in alternativa, per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante.

A questo riguardo segnaliamo una iniziativa di CittaSlow, associazione di cui il nostro Comune fa parte, e di cui possono beneficiare le città associate.
Si tratta di un accordo tra CittaSlow e BNL che rende più conveniente la cessione del credito di imposta, soprattutto in riferimento all’attività delle imprese, che possono così usufruire di una più immediata liquidità.
Queste le caratteristiche della proposta.

In conclusione, facciamo in modo che il “Decreto Rilancio” raggiunga gli scopi per cui è stato emanato anche per il nostro territorio.
Si tratta di una occasione forse irripetibile, che sarebbe un peccato sprecare per disinformazione o mancanza di spirito di iniziativa.
L’Amministrazione Comunale si sta attrezzando per fare la sua parte.

Bonus sociale – Cosa cambia dal 2021

Dal 1° gennaio 2021 i bonus sociali per disagio economico saranno riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto, senza che questi debbano presentare domanda
come stabilito dal decreto legge 26 ottobre 2019 n. 124, convertito con modificazioni dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157

Le condizioni necessarie per avere diritto ai bonus per disagio economico non cambiano:

  1. appartenere ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro, oppure
  2. appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro, oppure
  3. appartenere ad un nucleo familiare ritolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

Uno dei componenti  del nucleo familiare ISEE deve essere intestatario di un contratto di fornitura elettrica e/o gas e/o idrica con tariffa per usi domestici e attivo, oppure usufruire di una fornitura condominiale gas e/o idrica attiva
Ogni nucleo familiare ha diritto a un solo bonus per tipologia – elettrico, gas, idrico – per anno di competenza.

Cosa dovranno fare dal 2021 i cittadini per ottenere i bonus per disagio economico

Dal 1° gennaio 2021 gli interessati non dovranno più presentare la domanda per ottenere i bonus per disagio economico presso i Comuni o i CAF.

Sarà sufficiente che ogni anno, a partire dal 2021, il cittadino/nucleo familiare presenti la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per ottenere l’attestazione ISEE utile per le differenti prestazioni sociali agevolate (es.: assegno di maternità, mensa scolastica, bonus bebè ecc.)

▶ Come compilare la DSU e richiedere l’ISEE

Se il nucleo familiare rientrerà in una delle tre condizioni di disagio economico che danno diritto al bonus,  l’INPS invierà i suoi dati (nel rispetto della normativa sulla privacy e delle disposizioni che l’Autorità stà definendo in materia riconoscimento automatico dei bonus sociali per disagio economico) al SII*, che incrocierà i dati ricevuti con quelli relativi alle forniture di elettricità, gas e acqua, permettendo di erogare automaticamente i bonus agli aventi diritto.

Eventuali domande presentate dal 1° gennaio 2021 in poi quindi non potranno essere accettate dai Comuni e dai CAF e non saranno in ogni caso valide per ottenere il bonus.

Quali bonus verranno erogati automaticamente

Ai cittadini/nuclei familiari aventi diritto verranno erogati automaticamente (ossia senza necessità di presentare domanda) :

  • il bonus elettrico per disagio economico,
  • il bonus gas
  • il bonus idrico

Non verrà invece per il momento erogato automaticamente il bonus per disagio fisico. Pertanto dal 1° gennaio 2021 nulla cambia per le modalità di accesso a tale bonus: i soggetti che si trovano in gravi condizioni di salute e che utilizzano apparecchiature elettromedicali per la loro sopravvivenza dovranno continuare a farne richiesta presso i Comuni o i CAF abilitati.

▶ Bonus per gravi condizioni di salute – disagio fisico – Come si richiede

Come avverrà l’erogazione automatica dei bonus

Sono in corso di definizione le modalità applicative per l’erogazione automatica delle agevolazioni, che saranno oggetto di appositi provvedimenti da parte delle amministrazioni competenti.

Indipendentemente dai tempi necessari per la predisposizione degli strumenti informatici necessari, il bonus 2021 sarà comunque riconosciuto agli aventi diritto per l’intero periodo di agevolazione, anche mediante il riconoscimento di eventuali quote di bonus già maturate.

Cosa avverrà dei bonus per disagio economico in corso al 31 dicembre 2020

I bonus 2020 in corso di erogazione al 31 dicembre 2020 continueranno ad essere erogati con le modalità oggi in vigore.

Inizia il doposcuola per l’anno scolastico 2020-2021

L’Amministrazione Comunale comunica che, a partire dal mese di novembre 2020, verrà attivato un servizio di Doposcuola per gli alunni della scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado in condizioni di assoluta sicurezza, nel rispetto delle norme igieniche e di distanziamento, secondo le linee guida ministeriali.

Nel servizio di doposcuola bambini e ragazzi potranno:
dalle 14.30 alle 16 effettuare i compiti sotto la guida di personale qualificato;
dalle 16 alle 17 potranno partecipare a laboratori creativi (ceramica, pittura…) e di animazione (drammatizzazione), gioco libero all’aperto (nell’ orto dei frati-chiostro di san Francesco) e organizzato, uscite programmate (in biblioteca, a teatro, nei musei e vie di Acquapendente per la conoscenza degli angoli caratteristici del nostro territorio).

E’ possibile anche usufruire dei “PACCHETTI DOPOSCUOLA CON IL PRANZO”:
alle ore 13/ 13.15 gli alunni verranno prelevati dai plessi di scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado e accompagnati da un operatore nei locali del Centro Anziani ( da tempo non utilizzati) dove pranzeranno con pasti serviti in lunch –box, fino le ore 14.
dalle ore 14 alle ore 14.30 piccola pausa post pranzo possibilmente all’aria aperta .
– dalle ore 14.30/14.45 alle 16.15 svolgimento compiti seguiti da personale qualificato nelle varie discipline scolastiche.
– dalle 16.15 alle 17.00 laboratori creativi.

Siamo convinti che il doposcuola non si configuri soltanto come un luogo in cui si attua lo svolgimento dei compiti assegnati per casa dagli insegnanti, anche come ambiente ricco di opportunità in cui sperimentare relazioni significative sotto il profilo socio-educativo tra gli stessi bambini e con il personale incaricato.

Sono previsti le seguenti FORMULE DI DOPOSCUOLA:

1. PACCHETTO “ LIGHT”
euro 35 al mese (3 GIORNI A SETTIMANA lunedì-mercoledi-venerdi dalle 14.30 alle 16.00) solo compiti;
euro 50 al mese ( 5 GIORNI A SETTIMANA : dal lunedì al venerdi dalle 14.30 alle 16.00) solo compiti.

2. PACCHETTO “HEAVY”
euro 50 al mese (3 GIORNI A SETTIMANA: lunedì-mercoledi-venerdi dalle 14.30 alle 17 compiti + laboratorio creativo);
euro 80 al mese (5 GIORNI A SETTIMANA : dal lunedì al venerdi dalle 14.30 alle 17.00 compiti + laboratorio creativo).

3. PACCHETTO “ LIGHT” CON PRANZO
euro 113 al mese (prelevamento da scuola +assistenza nel percorso Scuola / Centro Anziani +pranzo +compiti per 3 GIORNI A SETTIMANA lunedì-mercoledi-venerdi dalle 13.00 / Scuola Primaria /13.15 per la Scuola Secondaria di Primo Grado – alle 16)
euro 180 al mese (prelevamento da scuola +assistenza nel percorso Scuola/ Centro Anziani + pranzo+ compiti per 5 GIORNI A SETTIMANA : dal lunedì al venerdi dalle 13.00
Scuola Primaria/13.15 per la Scuola Secondaria di Primo Grado – alle 16.00)

4. PACCHETTO “HEAVY” CON PRANZO
euro 130 al mese (prelevamento da scuola+ assistenza nel percorso Scuola / Centro Anziani + pranzo + compiti + laboratorio creativo per 3 GIORNI A SETTIMANA : lunedì-mercoledi-venerdi dalle 13.00 scuola primaria/13.15 per la Scuola Secondaria di Primo Grado – alle 17)
euro 215 al mese (prelevamento da scuola+ assistenza nel percorso Scuola / Centro Anziani + compiti + laboratorio creativo per 5 GIORNI A SETTIMANA : dal lunedì al venerdi dalle 13.00 scuola primaria /13.15 per la Scuola Secondaria di Primo Grado – alle 17.00)

La collaborazione e il confronto degli educatori operanti nel “ Doposcuola” con gli insegnanti della Scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado sarà costante, allo scopo di garantire la continuità educativa e metodologica. Il servizio “Doposcuola” sarà avviato nei locali del Centro Anziani di Acquapendente con un minimo di 10 iscritti. A seguire, verranno effettuati gruppi di lavoro nel rispetto del rapporto numerico previsto dalle disposizioni attuative del decreto legge per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Per eventuali chiarimenti è possibile rivolgersi all’Ufficio Istruzione del Comune di Acquapendente telefonando al n. 0763 7309205 o inviando una mail a scuola@comuneacquapendente.it.

Alla presente, si allega il modulo di pre-iscrizione da inviare a scuola@comuneacquapendente.it entro il 28 ottobre 2020.

Il Cons. Comunale Delegato all’ Istruzione e Formazione Giovanile
Gabriella Brenci

Il Sindaco
dott. Angelo Ghinassi

Allegati:

MODULO DI PRE-ISCRIZIONE

LETTERA ESPLICATIVA

Aperte le iscrizioni alla mensa scolastica. Pre-iscrizioni al servizio scuolabus.

L’Ufficio Istruzione del Comune di Acquapendente comunica l’attivazione, in modalità on line con accesso dal sito istituzionale (http://www.comuneacquapendente.it/wpaquesionet/index.php/istruzione/), delle iscrizioni al servizio di mensa scolastica e delle preiscrizioni al servizio di scuolabus per l’anno 2020/2021.

Le iscrizioni dovranno essere effettuate entro mercoledì 15 luglio 2020.

Per il trasporto scolastico l’Amministrazione Comunale informa gli utenti che, in attesa di definire le modalità in cui si svolgeranno le lezioni nel prossimo Anno Scolastico e conseguentemente la determinazione della effettiva capacità di trasporto degli scuolabus, la procedura di richiesta di accesso al servizio di trasporto scolastico serve a far conoscere quali e quanti siano gli utenti interessati al servizio per l’anno scolastico 2020/2021. 

Pertanto, al momento gli interessati non sono tenuti a pagare la tariffa prevista per la pre-iscrizione, che sarà corrisposta invece all’atto del pagamento dell’abbonamento soltanto da parte di coloro che avranno effettivamente accesso al servizio.

Per chi è impossibilitato a scaricare la modulistica, per chiarimenti o aiuto nella compilazione della richiesta, il funzionario incaricato dell’Ufficio Istruzione del Comune sarà presente in Biblioteca dal 3 al 15 luglio 2020 il lunedì-mercoledì-venerdì dalle 10.30 alle 12.30.

Pagina per iscrizione mensa

Pagina per iscrizione scuolabus

È il momento della solidarietà alimentare

COME OTTENERE IL BONUS:

I fondi per le famiglie in difficoltà destinati al nostro Comune, assegnati con i più recenti provvedimenti, ammontano a 59.449 euro, di cui 37.878 provenienti dal Governo e 21.571 provenienti dalla Regione Lazio.
Per rendere ancora più efficaci questi aiuti, reperendo ulteriori risorse, l’Amministrazione Comunale ha istituito un fondo di solidarietà.
Invitiamo i cittadini più generosi a dare il loro contributo facendo un bonifico bancario.

Destinatario: Comune di Acquapendente
IBAN: IT 73 M 0885172860 000000206383
Causale: Donazione solidarieta alimentare COVID19 (senza accento e trattino)

Dalla crisi si esce #tuttiinsieme

Link al documento: AVVISO PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI ADDETTI ALLA VENDITA DI GENERI ALIMENTARI E FARMACIE

AVVISO PER L’ADOZIONE DI MISURE URGENTI DI SOLIDARIETA’ ALIMENTARE

Avviso importante per gli ambulatori dei medici di famiglia


Vista la rapida diffusione del virus si avvisano i pazienti che fino a nuova comunicazione saranno applicate le seguenti regole:

• Non aspettare in sala d’attesa ma fuori e aspettare che il paziente precedente sia uscito prima di entrare.

• Per le richieste di medicinali si prega di richiederli telefonicamente durante gli orari di ambulatorio o tramite messaggio WhatsApp (messaggio di testo, non vocale) e il medico concorderà la modalità di consegna della ricetta.


SI PREGA DI VENIRE IN AMBULATORIO SOLO PER URGENZE INDIFFERIBILI

Se accusate sintomi respiratori/influenzali non venite in ambulatorio ma contattate telefonicamente il vostro medico o chiamate i numeri dedicati all’emergenza COVID19:

800118800

1500

112 o 118 soltanto se strettamente necessario.


Si ricorda che il virus è altamente contagioso e ha un’alta percentuale di complicanze nei pazienti con più di 65 anni.
Attualmente non esistono né vaccini né terapie specifiche, l’unico modo per combatterlo è STARE A CASA.
Queste nuove regole servono per evitare assembramenti e per evitare il più possibile gli spostamenti.
Chiediamo agli utenti, se ne sono a disposizione, di entrare in ambulatorio con guanti e mascherina.

Grazie della collaborazione.


I MEDICI DI BASE OPERANTI NEL COMUNE DI ACQUAPENDENTE

Emergenza Coronavirus: sosteniamo chi combatte in prima linea

Le prossime settimane potrebbero essere durissime.
Il Sistema Sanitario Nazionale ha bisogno di essere sostenuto, soprattutto nei luoghi in cui si combatte la battaglia tra la vita e la morte.

Il #iorestoacasa è importantissimo e non ci stancheremo mai di ripeterlo, ma purtroppo non basta.
Adesso c’è bisogno di una risposta nelle strutture in grado di curare le malattie infettive e dove è necessario aumentare i posti di terapia intensiva.

Per questo crediamo che la cosa più giusta da fare sia dare strumenti utili a chi veramente combatte questa battaglia, mettendo gli operatori sanitari nelle condizioni di fare meglio il loro lavoro.

Chiediamo perciò ai nostri concittadini, ed a chiunque leggerà queste parole, di fare una donazione, commisurata alle proprie possibilità, all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani,
che nel Lazio è l’Ospedale che ha in cura i casi più gravi di Covid-19.

A questa pagina si può dare un contributo sia per la cura ai malati, sia per la ricerca.
Siate generosi, è importante farlo e farlo prima possibile.

Grazie!

Emergenza Coronavirus – Bollettino del 13 marzo

CORONAVIRUS, ASL VITERBO: “QUATTRO NUOVI CASI ACCERTATI OGGI”.

📌INSTALLATE LE TENDE PRE-TRIAGE AGLI OSPEDALI
DI TARQUINIA E CIVITA CASTELLANA.

📌ATTIVATO IL SERVIZIO DI COUNSELING ‘FILO DIRETTO CON L’OSTETRICA’ PER RIDURRE GLI ACCESSI IMPROPRI DELLE DONNE IN GRAVIDANZA NELLE STRUTTURE SANITARIE”.

Sono 4 i nuovi casi accertati di positività al COVID-19 comunicati, nella giornata di oggi, dal Policlinico Gemelli alla Asl di Viterbo. Le quattro persone presentano tutte un legame di parentela con i casi precedentemente comunicati, sono già da giorni in isolamento domiciliare fiduciario, presentano quindi un chiaro link epidemiologico e, al momento, stanno trascorrendo il decorso della patologia nella loro abitazione. Nessuna di queste è un operatore sanitario.

In totale i casi accertati al COVID-19, residenti o domiciliati nella Tuscia, salgono a 20.

Tra ieri e questa mattina, inoltre, grazie alla Regione Lazio e agli operatori della Protezione Civile, sono state installate due tende pre triage presso i pronto soccorso degli ospedali di Tarquinia e di Civita Castellana. Al pronto soccorso di Belcolle, la tenda pre triage, già precedentemente installata, sempre grazie all’intervento della Protezione civile, è stata collocata in una postazione nuova, direttamente in collegamento con i percorsi, già operativi nella struttura, dedicati all’accoglienza delle persone con problemi respiratori, in un’ottica di sicurezza e di protezione per i cittadini e per gli operatori.

Altre notizie per i cittadini
💡 La Asl di Viterbo ha istituito il servizio di counseling telefonico “Filo diretto con l’ostetrica”, attivo 24 ore su 24, dal lunedì alla domenica, per ridurre gli accessi impropri delle donne in gravidanza e in puerperio presso il pronto soccorso, il punto nascita e la rete consultoriale. I recapiti telefonici che possono essere utilizzati sono il 3499074384, dalle ore 8 alle ore 20, e il 3499070374, dalle 20 alle 8. Inoltre, al fine di rispettare le indicazioni ministeriali e regionali, sono sospesi i corsi di accompagnamento alla nascita, i gruppi di mutuo auto aiuto per la protezione e il supporto dell’allattamento al seno, gli incontri per la disostruzione delle vie aeree in età pediatrica;

💡 Nelle more di ulteriori indicazioni da parte dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), i piani terapeutici che hanno una data di scadenza tra il primo marzo e il 30 maggio, sono rinnovati automaticamente per tre mesi. I medici di medicina generale, con i quali la Asl è in constante e continuo contatto, sulla base del monitoraggio delle condizioni cliniche dei loro assistiti, possono, comunque, attivare gli specialisti aziendali, in caso di necessità di modifica del piano terapeutico.

I 4 nuovi casi non riguardano residenti prossimi o gravitanti sull’ospedale di Acquapendente.
Comunque anche per il nostro ospedale si prevede per i prossimi giorni l’installazione di una tenda pre-triage in prossimità del Pronto Soccorso.
Quotidianamente forniremo tutte le informazioni riguardanti la situazione sanitaria sul nostro territorio.