News

Aperte le iscrizioni alla mensa scolastica. Pre-iscrizioni al servizio scuolabus.

L’Ufficio Istruzione del Comune di Acquapendente comunica l’attivazione, in modalità on line con accesso dal sito istituzionale (http://www.comuneacquapendente.it/wpaquesionet/index.php/istruzione/), delle iscrizioni al servizio di mensa scolastica e delle preiscrizioni al servizio di scuolabus per l’anno 2020/2021.

Le iscrizioni dovranno essere effettuate entro mercoledì 15 luglio 2020.

Per il trasporto scolastico l’Amministrazione Comunale informa gli utenti che, in attesa di definire le modalità in cui si svolgeranno le lezioni nel prossimo Anno Scolastico e conseguentemente la determinazione della effettiva capacità di trasporto degli scuolabus, la procedura di richiesta di accesso al servizio di trasporto scolastico serve a far conoscere quali e quanti siano gli utenti interessati al servizio per l’anno scolastico 2020/2021. 

Pertanto, al momento gli interessati non sono tenuti a pagare la tariffa prevista per la pre-iscrizione, che sarà corrisposta invece all’atto del pagamento dell’abbonamento soltanto da parte di coloro che avranno effettivamente accesso al servizio.

Per chi è impossibilitato a scaricare la modulistica, per chiarimenti o aiuto nella compilazione della richiesta, il funzionario incaricato dell’Ufficio Istruzione del Comune sarà presente in Biblioteca dal 3 al 15 luglio 2020 il lunedì-mercoledì-venerdì dalle 10.30 alle 12.30.

Pagina per iscrizione mensa

Pagina per iscrizione scuolabus

È il momento della solidarietà alimentare

COME OTTENERE IL BONUS:

I fondi per le famiglie in difficoltà destinati al nostro Comune, assegnati con i più recenti provvedimenti, ammontano a 59.449 euro, di cui 37.878 provenienti dal Governo e 21.571 provenienti dalla Regione Lazio.
Per rendere ancora più efficaci questi aiuti, reperendo ulteriori risorse, l’Amministrazione Comunale ha istituito un fondo di solidarietà.
Invitiamo i cittadini più generosi a dare il loro contributo facendo un bonifico bancario.

Destinatario: Comune di Acquapendente
IBAN: IT 73 M 0885172860 000000206383
Causale: Donazione solidarieta alimentare COVID19 (senza accento e trattino)

Dalla crisi si esce #tuttiinsieme

Link al documento: AVVISO PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI ADDETTI ALLA VENDITA DI GENERI ALIMENTARI E FARMACIE

AVVISO PER L’ADOZIONE DI MISURE URGENTI DI SOLIDARIETA’ ALIMENTARE

Avviso importante per gli ambulatori dei medici di famiglia


Vista la rapida diffusione del virus si avvisano i pazienti che fino a nuova comunicazione saranno applicate le seguenti regole:

• Non aspettare in sala d’attesa ma fuori e aspettare che il paziente precedente sia uscito prima di entrare.

• Per le richieste di medicinali si prega di richiederli telefonicamente durante gli orari di ambulatorio o tramite messaggio WhatsApp (messaggio di testo, non vocale) e il medico concorderà la modalità di consegna della ricetta.


SI PREGA DI VENIRE IN AMBULATORIO SOLO PER URGENZE INDIFFERIBILI

Se accusate sintomi respiratori/influenzali non venite in ambulatorio ma contattate telefonicamente il vostro medico o chiamate i numeri dedicati all’emergenza COVID19:

800118800

1500

112 o 118 soltanto se strettamente necessario.


Si ricorda che il virus è altamente contagioso e ha un’alta percentuale di complicanze nei pazienti con più di 65 anni.
Attualmente non esistono né vaccini né terapie specifiche, l’unico modo per combatterlo è STARE A CASA.
Queste nuove regole servono per evitare assembramenti e per evitare il più possibile gli spostamenti.
Chiediamo agli utenti, se ne sono a disposizione, di entrare in ambulatorio con guanti e mascherina.

Grazie della collaborazione.


I MEDICI DI BASE OPERANTI NEL COMUNE DI ACQUAPENDENTE

Emergenza Coronavirus: sosteniamo chi combatte in prima linea

Le prossime settimane potrebbero essere durissime.
Il Sistema Sanitario Nazionale ha bisogno di essere sostenuto, soprattutto nei luoghi in cui si combatte la battaglia tra la vita e la morte.

Il #iorestoacasa è importantissimo e non ci stancheremo mai di ripeterlo, ma purtroppo non basta.
Adesso c’è bisogno di una risposta nelle strutture in grado di curare le malattie infettive e dove è necessario aumentare i posti di terapia intensiva.

Per questo crediamo che la cosa più giusta da fare sia dare strumenti utili a chi veramente combatte questa battaglia, mettendo gli operatori sanitari nelle condizioni di fare meglio il loro lavoro.

Chiediamo perciò ai nostri concittadini, ed a chiunque leggerà queste parole, di fare una donazione, commisurata alle proprie possibilità, all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani,
che nel Lazio è l’Ospedale che ha in cura i casi più gravi di Covid-19.

A questa pagina si può dare un contributo sia per la cura ai malati, sia per la ricerca.
Siate generosi, è importante farlo e farlo prima possibile.

Grazie!

Emergenza Coronavirus – Bollettino del 13 marzo

CORONAVIRUS, ASL VITERBO: “QUATTRO NUOVI CASI ACCERTATI OGGI”.

📌INSTALLATE LE TENDE PRE-TRIAGE AGLI OSPEDALI
DI TARQUINIA E CIVITA CASTELLANA.

📌ATTIVATO IL SERVIZIO DI COUNSELING ‘FILO DIRETTO CON L’OSTETRICA’ PER RIDURRE GLI ACCESSI IMPROPRI DELLE DONNE IN GRAVIDANZA NELLE STRUTTURE SANITARIE”.

Sono 4 i nuovi casi accertati di positività al COVID-19 comunicati, nella giornata di oggi, dal Policlinico Gemelli alla Asl di Viterbo. Le quattro persone presentano tutte un legame di parentela con i casi precedentemente comunicati, sono già da giorni in isolamento domiciliare fiduciario, presentano quindi un chiaro link epidemiologico e, al momento, stanno trascorrendo il decorso della patologia nella loro abitazione. Nessuna di queste è un operatore sanitario.

In totale i casi accertati al COVID-19, residenti o domiciliati nella Tuscia, salgono a 20.

Tra ieri e questa mattina, inoltre, grazie alla Regione Lazio e agli operatori della Protezione Civile, sono state installate due tende pre triage presso i pronto soccorso degli ospedali di Tarquinia e di Civita Castellana. Al pronto soccorso di Belcolle, la tenda pre triage, già precedentemente installata, sempre grazie all’intervento della Protezione civile, è stata collocata in una postazione nuova, direttamente in collegamento con i percorsi, già operativi nella struttura, dedicati all’accoglienza delle persone con problemi respiratori, in un’ottica di sicurezza e di protezione per i cittadini e per gli operatori.

Altre notizie per i cittadini
💡 La Asl di Viterbo ha istituito il servizio di counseling telefonico “Filo diretto con l’ostetrica”, attivo 24 ore su 24, dal lunedì alla domenica, per ridurre gli accessi impropri delle donne in gravidanza e in puerperio presso il pronto soccorso, il punto nascita e la rete consultoriale. I recapiti telefonici che possono essere utilizzati sono il 3499074384, dalle ore 8 alle ore 20, e il 3499070374, dalle 20 alle 8. Inoltre, al fine di rispettare le indicazioni ministeriali e regionali, sono sospesi i corsi di accompagnamento alla nascita, i gruppi di mutuo auto aiuto per la protezione e il supporto dell’allattamento al seno, gli incontri per la disostruzione delle vie aeree in età pediatrica;

💡 Nelle more di ulteriori indicazioni da parte dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), i piani terapeutici che hanno una data di scadenza tra il primo marzo e il 30 maggio, sono rinnovati automaticamente per tre mesi. I medici di medicina generale, con i quali la Asl è in constante e continuo contatto, sulla base del monitoraggio delle condizioni cliniche dei loro assistiti, possono, comunque, attivare gli specialisti aziendali, in caso di necessità di modifica del piano terapeutico.

I 4 nuovi casi non riguardano residenti prossimi o gravitanti sull’ospedale di Acquapendente.
Comunque anche per il nostro ospedale si prevede per i prossimi giorni l’installazione di una tenda pre-triage in prossimità del Pronto Soccorso.
Quotidianamente forniremo tutte le informazioni riguardanti la situazione sanitaria sul nostro territorio.

Modalità di accesso agli uffici comunali al fine di contrastare la diffusione del COVID-19

L’accesso del pubblico agli uffici del Comune di Acquapendente avverrà solo previo appuntamento nei normali giorni di apertura al pubblico, contattando i seguenti numeri:

Anagrafe, Stato Civile-Elett., Urp: 0763 7309217 – 219 – 226

Servizi Sociali: 0763 7309203

Ufficio tecnico: 0763 7309220 – 221 -225

Tributi: 0763 7309211

SUAP/Sportello Europa: 0763 7309234

Sindaco, Assessori e Segretario Comunale: 0763 7309204

1) L’ufficio Protocollo riceverà la documentazione via mail al seguente indirizzo: protocollo@comuneacquapendente.it o via pec al seguente indirizzo: comuneacquapendente@legalmail.it.
Chiunque lo richieda può ricevere (stesso mezzo) il numero di protocollo assegnato alla pratica.

2) SUAP/Sportello Europa/Turismo: 0763-7309234 / turismo@comuneacquapendente.it / sportelloeuropa@comuneacquapendente.it
Le istanze relative al SUAP possono essere trasmesse tramite piattaforma telematica https://www.impresainungiorno.gov.it/
Per consulenze ed informazioni suap@comuneacquapendente.it

3) Per l’ufficio tributi (0763-7309211) le richieste possono essere inoltrate per e-mail ai seguenti indirizzi tributi@comuneacquapendente.it -protocollo@comuneacquapendente.it, allegando i documenti scannerizzati utili ad istruire le pratiche.
I moduli da riempire sono disponibili sul sito alla pagina www.comuneacquapendente.it/wpaquesionet/index.php/modulistica-2/
Per dirimere questioni particolari è possibile prendere un appuntamento tutti i giorni ECCETTO il MARTEDI’ telefonando al numero 07637309211

4) Polizia Locale: accesso individuale suonando il campanello o attraverso mail: polizialocale@comuneacquapendente.it;

5) Per l’ufficio Agricoltura (UMA – Dott. F. Prudenzi: 0763 7309205) le richieste dovranno essere inoltrate per e-mail (scuola@comuneacquapendente.it), allegando i documenti scannerizzati utili ad istruire le pratiche. I moduli da riempire saranno disponibili sul sito alla pagina www.comuneacquapendente.it/wpaquesionet/index.php/moduli-uma/

6) Per Ufficio Tecnico: accesso individuale suonando il campanello. Le richieste possono essere inoltrate esclusivamente mezzo Pec: comuneacquapendente@legalmail.it, se non in possesso di Pec a mezzo mail: ufficiotec@comuneacquapendente.it allegando la documentazione prevista in formato pdf in modo da poter procedere all’istruttoria delle pratiche.
I moduli da riempiere sono disponibili sul sito alla pagina: http://www.comuneacquapendente.it/wpaquesionet/index.php/modulistica-ufficio-tecnico/
La modulistica è disponibile sul sito istituzionale del Comune.

7) I pagamenti dei servizi a domanda individuale devono essere effettuati attraverso bonifico bancario (IBAN IT 73 M 08851 72860 000000206383)

Acquapendente, 09 marzo 2020

Il Sindaco
Angelo Ghinassi

Giovedì 5 marzo incontro pubblico per l’illustrazione della proposta dell’impianto biometano

Giovedì 5 marzo alle ore 17.00 al Cinema Olympia sarà resa nota e discussa pubblicamente la proposta di realizzazione di un impianto di biometano ottenuto dallo smaltimento della FORSU (Frazione Organica del Rifiuto Solido Urbano), che potrebbe essere realizzato nella zona industriale di Campo Morino.

Si tratta di una iniziativa di informazione e di partecipazione che aiuterà i partecipanti ad approfondire il tema e l’Amministrazione comunale a sentire l’opinione di tutti.

Al momento non è stato presentato alcun progetto. Siamo in una fase preliminare e tutte le decisioni sono ancora possibili.

Il tema è stato già affrontato in Commissione Consiliare Ambiente e la proposta è già stata tecnicamente presa in esame con l’aiuto del prof. Maurizio Carlini del CIRDER (Centro Interdipartimentale di Ricerca e Diffusione delle Energie Rinnovabili – Università della Tuscia), con il quale è stato stipulato un accordo di collaborazione riguardante le energie rinnovabili ed il risparmio energetico.

Ci sono perciò le basi per una discussione appropriata su un tema di una certa complessità, che va analizzato sotto più aspetti.

Quello che ci sta più a cuore è quello della compatibilità ambientale, senza la quale la realizzazione dell’impianto non è possibile.

Solo dopo aver superato questo esame si potranno prendere in considerazione i vantaggi economici dell’operazione, che sarebbero di tre tipi: 1) occupazionale, perché si creerebbero posti di lavoro; 2) finanziario, perché il Comune percepirebbe un contributo annuale commisurato ai profitti dell’impresa; 3) tributario, perché la frazione organica dei rifiuti sarebbe conferita gratuitamente e ciò sgraverebbe le bollette di una percentuale rilevante.

L’impianto oltre al metano, che verrebbe immesso nella rete del metanodotto, produrrebbe anche compost per l’agricoltura.

Non ci sarebbe alcuna combustione e nessuna emissione in atmosfera né di inquinanti, né di cattivi odori, perché l’impianto funzionerebbe in depressione.

Sono tecnologie ormai collaudate ed ampiamente diffuse nel nord Italia, dove sono stati già realizzati stabilimenti di questo tipo.

L’autorizzazione e la realizzazione dell’impianto avrebbe tempi che vanno oltre il mandato dell’attuale amministrazione ed anche per questo motivo ci sembra giusto condividere il più possibile le decisioni con la cittadinanza.

All’Istituto Tecnico Chimico di Acquapendente si producono creme antibiotiche

E’ di questi giorni la notizia dello sviluppo presso i laboratori dell’ITT Chimico “Leonardo da Vinci” di Acquapendente della prima crema antibiotica a base di olio essenziale di Santolina etrusca.

Il nostro indirizzo Chimica articolazione biotecnologie ambientali – ci racconta il responsabile del progetto Prof. Daniele Bellocchi – ha portato a termine una fase di lavoro importante sulla Santolina etrusca, pianta autoctona e identificativa del territorio aquesiano.

L’olio essenziale estratto dalla pianta è dotato di attività antibatterica contro lo stafilococco della cute (S. epidermidis), un batterio responsabile di malattie cutanee quali follicoliti, foruncoli, impetigine ma anche di patologie più serie quali endocarditi.

La cosa sorprendente è che l’attività inibitoria, osservata per la prima volta nei nostri laboratori, è paragonabile a quella di antibiotici di uso comune quali Zimox e Augmentin. In seguito a questa scoperta abbiamo ricevuto il plauso della Società Chimica Italiana ottenendo la pubblicazione del lavoro svolto sul suo periodico “La Chimica nella Scuola”.

La coltivazione a scuola della Santolina

Da qui è iniziata la coltivazione delle piantine nell’orto botanico e la successiva estrazione dell’olio nei laboratori dell’Istituto, attivando di fatto una filiera interna che inizia con la coltivazione della pianta e termina col packaging del preparato farmaceutico.

Il tutto gestito da studenti che si alternano ogni anno sui banconi del “Chimico”, coadiuvati da un team di docenti che li assistono in ogni fase progettuale e creativa.

Un chiaro esempio di start-up divenuta realtà nel giro di quattro anni di intenso lavoro.

Considerate – continua Bellocchi – che a partire da 15 Kg di Santolina si ottengono appena 10 mL di olio essenziale, una resa all’apparenza irrisoria ma tuttavia in grado di garantire una quantità di olio sufficiente al confezionamento di circa 20 vasetti di emulsione all’1%.

Così è nata la “Santo Cream”, la prima crema antibiotica a base di Santolina prodotta interamente dagli studenti dell’ITT Chimico.

L’emulsione è solo un prototipo, al momento stiamo infatti studiando nuove soluzioni per aumentare l’efficacia battericida della formulazione.

Al Chimico di Acquapendente – ci spiega ancora Bellocchi – prediligiamo una metodologia didattica di “ricerca-azione” che si pone l’obiettivo di agganciare immediatamente le conoscenze teoriche a campi di esperienze, come avviene nella pratica galenica della chimica farmaceutica.

Il laboratorio della scuola

L’entusiasmo manifestato dai nostri studenti verso questa metodologia è stato tale che ci ha “costretti” ad implementare un laboratorio dedicato di chimica farmaceutica, arricchendo l’offerta formativa del nostro Istituto e in particolare dell’indirizzo chimico.

L’esperienza galenica viene poi completata con il tirocinio di alternanza scuola-lavoro che i nostri studenti svolgono annualmente nelle farmacie del territorio.

Un immenso ringraziamento va a chi ha reso possibile tutto questo: alla Dirigente dell’Istituto Luciana Billi che, convinta sostenitrice di una didattica “ricerca-azione”, ci ha supportato e incoraggiato sin dal principio; a tutti i docenti e tecnici del dipartimento di chimica che coordinano i ragazzi in ogni fase della filiera e in particolare: Carmela Dursi, Giuseppe Battellocchi, Pier Luigi Filosomi, Elena Guidobaldi, Chiara Monachino. Infine, grazie all’Amministrazione comunale, al Museo del fiore, al laboratorio di analisi chimico-cliniche e microbiologiche dell’ospedale “G. B. Grassi” di Ostia e alla Riserva Naturale di Monte Rufeno per il supporto nella creazione del neonato orto botanico.

La scuola che ricerca, progetta, coltiva e produce. Si può fare meglio?

Finanziato dalla Regione Lazio il Contratto di Fiume del Paglia. Acquapendente e Proceno avviano il processo di partecipazione.

Il 14 febbraio 2020 la Regione Lazio ha presentato i risultati del bando per il finanziamento regionale dei Contratti di Fiume.

Il Contratto del versante laziale del fiume Paglia, comprendente i comuni di Acquapendente e Proceno, è stato finanziato con un contributo di 21.000 euro.

Ciò consentirà un riallineamento rispetto all’esperienza già iniziata sul versante umbro, proponendo in pratica le stesse modalità di attuazione e l’attuazione operativa del primo contratto di fiume interregionale.

Il percorso del Contratto di Fiume infatti sarà coordinato, facilitato ed attuato da Alta Scuola, che ha presentato, in nome e per conto dei due Comuni, il progetto e che ha già lavorato nel tratto umbro del Paglia.

dott. geol. Endro Martini, Alta Scuola

Il progetto si realizza per fasi successive con il coinvolgimento di cittadini interessati nei prossimi 15 mesi.

Nella prima fase si avvia subito il processo di partecipazione con l’apertura di quattro tavoli di lavoro: 1) Sicurezza idraulica – idrogeologica; 2) Qualità ambientale; 3) Sviluppo socio economico sostenibile; 4) Fruizione.

La fase conoscitiva sarà realizzata attraverso incontri partecipati nei due comuni con gli stakeholders individuati: preliminarmente Autorità di Distretto, Regione Lazio, Provincia di Viterbo, Arpa Lazio, Comuni di Acquapendente e Proceno, Consorzio Alto Paglia, Associazioni di Categoria, Associazioni Ambientali ( Legambiente, Italia Nostra, WWF) e i responsabili gestione del SIC “Media valle del Paglia” e Riserva e altri da individuare anche tra le associazioni locali.

Con l’acquisizione di documenti e studi esistenti sarà redatto un rapporto conoscitivo socio-economico e ambientale partecipato.

Si prevede una assemblea plenaria esplicativa e almeno quattro incontri partecipati con invito alle istituzioni detentori delle conoscenze a relazionare in merito alle componenti socio-economiche e ambientali.

Conclusa la fase conoscitiva si arriverà alla definizione di un Documento Strategico che metterà insieme il lavoro dei quattro tavoli definendo obiettivi e proposte, da sottoporre anch’essi ad assemblea plenaria.

La fase successiva sarà quella del Programma d’Azione.

Ogni tavolo, sulla base del quadro conoscitivo approvato e della vision strategica analizzerà nel dettaglio gli obiettivi specifici individuati in termini di criticità e opportunità per esprimere, attraverso schede/azione, le proposte attraverso da tradurre in interventi da progettare a livello esecutivo e presentare per la loro realizzazione.

Il finanziamento di questo tratto del Contratto di Fiume consentirà una analisi ed una condivisione partecipata di soluzioni strategiche e di interventi/azioni condivise alternative al paventato invaso sull’ Alfina per la mitigazione delle piene del Paglia.

I Comuni di Acquapendente e di Proceno, esprimendo soddisfazione per il finanziamento dell’iniziativa, ritengono che sia questo il metodo giusto per operare sul territorio, soprattutto in ecosistemi delicati come quelli dei corsi d’acqua.

Siamo contrari a grandi opere che sprecano risorse ingenti, producendo un impatto ambientale devastante e soprattutto crediamo che tali decisioni debbano essere costruite dal basso e non calate dall’alto, con il massimo consenso possibile della popolazione locale.

Angelo Ghinassi, Sindaco di Acquapendente
Cinzia Pellegrini, Sindaco di Proceno

Un film e un libro per gli studenti nella Giornata della Memoria

In occasione della Giornata della Memoria, lunedì 27 gennaio 2020, il Comune di Acquapendente, l’Istituto Scolastico Omnicomprensivo “Leonardo Da Vinci” e la cooperativa L’Ape Regina, proporranno un’iniziativa dedicata agli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado. 

L’evento si svolgerà la mattina al Cinema Olympia con la proiezione di un film di animazione sulla deportazione e sullo sterminio degli ebrei.

Si è scelto un film di questo tipo per destare l’attenzione anche dei ragazzi più piccoli e perché l’uso di immagini disegnate può essere meno traumatico, ma non meno coinvolgente, per ricordare una delle più grandi tragedie che l’umanità abbia conosciuto.

Sarà per tutti una giornata di riflessione su un passato che non occorre dimenticare, soprattutto oggi, che rimangono pochi superstiti a testimoniare sulle violenze subite e su quel massacro. 

Vuole essere perciò un modo per ricordare veramente quelle vicende, in modo non puramente formale, ma una vera e propria lezione di scuola.

La Shoah non è poi così lontana nel tempo e nessun luogo si è salvato da quel dramma. 

A testimonianza di questo sarà presentato dall’autore e distribuito ai ragazzi il libro “Sotto stretta sorveglianza – tracce degli ebrei internati nell’Alto Viterbese”, scritto da Antonio Quattranni, pubblicista e storico locale, oltreché insegnante, volume pubblicato da Annulli Editore.

Sarà un modo per far capire che questa folle disumanità non è stata poi così lontana e per sentirsi così più vicini, più solidali verso questa atroce sofferenza.

Tramandare questa consapevolezza è necessario perché quel pezzo di storia non si ripeta.

Sarà sempre questo il significato profondo della Giornata della Memoria.